In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio apertura straordinaria serale al Teatro romano di Benevento dove si svolgerà la performance di danza in collaborazione con Carmen Castiello. I greci ritenevano che tutte le arti fossero basilari per la vita umana e nella loro religione le rappresentavano attraverso le nove muse, che accompagnavano nelle sue espressioni Apollo, dio della bellezza e dell’armonia. Figlie di Zeus e Mnemosine (la dea della memoria), le muse simbolizzavano gli strumenti della conoscenza e ispiravano ogni manifestazione del pensiero, dell’arte e della scienza.

La musa della danza era Tersicore e come indica il nome stesso (dal verbo térpeo = dilettare e dal sostantivo choreìa = danza) significa “dilettare con la danza”. Questa musa in pitture e bassorilievi è stata spesso rappresentata nell’atto del danzare o di suonare la lira, strumento di lirica corale. La partecipazione all’evento è con il biglietto del Museo ad €.1,00.

Sempre al Teatro Romano di Benevento e sempre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, doppio appuntamento domenica 27 settembre alle ore 10.00 e alle 20.30 si potrà assistere alla rappresentazione Le donne al Parlamento, la commedia di Aristofane andata in scena per la prima volta ad Atene, alle Lenee del 392 o 391 a.C.

Racconta la vicenda di un gruppo di donne, con a capo Prassagora, che decidono di tentare di convincere gli uomini a dar loro il controllo di Atene, perché in grado di governare meglio di loro, che stanno invece portando la città alla rovina. Gli artisti del Balletto di Benevento di Carmen Castiello metteranno in scena la vicenda alternando interventi recitati con interventi coreutici, in una commistione di arte e movimento che proietterà il pubblico in una storia senza tempo quanto mai attuale e controcorrente. La partecipazione all’evento è con il biglietto del Museo.

Comunicato Stampa