Giovani Democratici: “Città Spettacolo si poteva evitare”

I Giovani Democratici di Benevento esprimono disappunto “rispetto alla gestione e alle modalità organizzative della rassegna Città Spettacolo. Quest’anno, considerato il contesto storico caratterizzato dall’emergenza sanitaria, si sarebbe potuta evitare una manifestazione del genere: era risaputo che il coinvolgimento di tante persone avrebbe creato assembramenti e di conseguenza imprudenza”.

“Al contrario, – proseguono i GD beneventani – sarebbe stato più ragionevole immaginare una serie di iniziative teatrali, magari all’aperto, in posti strategici della città, per consentire l’accesso ad un numero limitato di persone. Così gestirne il flusso sarebbe stato sicuramente più semplice. Il tutto senza tenere in considerazione l’ingente somma di denaro spesa per pagare i cachet di Ghali e Geolier: soldi che sarebbero potuti essere utilizzati per concerti o spettacoli di compagnie locali che, tra i tanti, hanno risentito maggiormente degli effetti negativi della pandemia”.

“Siamo dell’idea – concludono – che è sempre opportuno agire per prevenire e non per tentare di limitare inutilmente i danni già fatti. Coerenza vorrebbe che si garantisse il prosieguo della manifestazione adottando tutti gli accorgimenti atti ad assicurare la sicurezza e la limitazione degli assembramenti”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.