Glik ai Mondiali con la sua Polonia: la Fifa indennizzerà la Strega

Foto Getty Images

Parte oggi l’avventura del giallorosso Kamil Glik in vista dei Mondiali in Qatar che apriranno i battenti domenica 20 novembre con la gara inaugurale tra i padroni di casa e l’Ecuador. Il difensore ha raggiunto Varsavia dov’è previsto il raduno della Nazionale polacca che più di tutte rappresenterà l’Italia in Coppa del Mondo: fissata mercoledì l’amichevole alla Pepsi Arena contro il Cile che servirà a preparare gli uomini del ct Czesław Michniewicz all’esordio con il Messico in programma martedì 22 novembre allo stadio 974 di Doha. Polonia che tornerà poi in campo il 26 novembre, di sabato, per la seconda gara del gruppo C contro l’Arabia Saudita, chiudendo infine il girone mercoledì 30 novembre con l’Argentina.

Per l’occasione Glik salterà almeno un match della Strega, ovvero la sfida di domenica 27 novembre contro la Reggina del grande ex Pippo Inzaghi, e in caso di mancato passaggio agli ottavi della sua selezione tornerà nel Sannio in tempo per essere convocato per la sfida del 4 dicembre, quando il Benevento ospiterà tra le mura amiche del ‘Vigorito’ il Palermo. Dovesse superare il turno, invece, il difensore ex Monaco sarà impegnato nello stesso weekend contro la seconda in classifica del gruppo D in caso di primo posto (sabato 3 dicembre alle 20 italiane) o contro la prima del gruppo D in caso di qualificazione come seconda classificata (domenica 4 alle 16). Cannavaro dovrà far fronte nuovamente all’assenza di uno dei giocatori più esperti in rosa, rientrato dall’infortunio in tempo per la sfida con la Spal ottemperando all’assenza per squalifica di Pastina. La società di via Santa Colomba, in ogni caso, riceverà un indennizzo dalla Fifa per ogni giorno di assenza del suo calciatore impegnato nella manifestazione in Qatar.

Si tratta infatti di un bonus di 10mila dollari che la federazione internazionale verserà nelle casse dei club che presteranno i propri calciatori alle nazionali, all’interno di un fondo da 209 milioni stanziato nell’ambito del Club Benefits Programme, ossia un accordo di collaborazione tra la Fifa e l’Associazione Europea dei Club lanciato per la prima volta in occasione dei Mondiali 2010. Nel calcolo della somma totale vengono presi in considerazione anche i giorni relativi alla preparazione, che di fatto comincia oggi: numeri alla mano, sono minimo 17 quelli di permanenza di Glik in Qatar con la sua Polonia, vale a dire 170mila dollari (in euro sono 165mila) che finiranno nelle tasche del sodalizio sannita, come riportato anche da Il Sannio Quotidiano in edicola oggi. La novità è che da questa edizione saranno gli stessi club a poter richiedere l’indennizzo tramite un modulo online disponibile sulla piattaforma FIFA Professional Football Landscape. Criterio indispensabile per ottenere il compenso: almeno due stagioni in squadra, corrispondenti ai due anni precedenti alla Coppa del Mondo 2022. Per il polacco questo è il terzo anno in giallorosso, con il contratto in scadenza a giugno 2023.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.