Il Sannio è Renziano con oltre 80%, a Benevento Emiliano supera Orlando che fa di Pannarano la sua roccaforte

Il Sannio è Renziano, anzi renzianissimo riuscendo a tenere testa a Salerno altra provincia che fa registrare il boom di voti per per l’ex Premier Renzi. Vince nel Sannio il ticket Renzi-Martina, vince il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro, vince Raffaele Del Vecchio. Nella media nazionale Benvento per il voto all’ex premier sorpresa invece per l’ottima affermazione del governatore pugliese Michele Emiliano che seppur di pochi voti supera il ministro Orlando.

Sant’Aganta de Goti si conferma roccaforte dei renziani mentre a Pannarano (il giovane vicesindaco Iavarone era candidato con Orlando) si sono registrate percentuali bulgare per Andrea Orlando.

“La democrazia è qui, nel Sannio. È così, con il leitmotiv di queste Primarie – ha dichiarato il segretario provinciale dei Dem Carmine Valentino – che mi viene da commentare lo straordinario risultato di questo appuntamento con la democrazia per il futuro del nostro Paese e del Partito Democratico. La partecipazione convinta e decisiva della comunità provinciale è stata una sfida che il Sannio ha voluto raccogliere e rilanciare con un voto che, sono sicuro, contribuirà a dare risposte ai grandi temi e alle grandi questioni che andranno dipanate nelle settimane e nei mesi che verranno. L’impegno gratuito e il grande attaccamento al nostro partito dei volontari che hanno animato le sezioni insieme al coordinamento indispensabile della Commissione provinciale per il congresso meritano un grazie sincero e corale. Così come un grazie doveroso al popolo sannita per aver messo al centro la democrazia rendendo le Primarie un momento di festa, di incontro e di scelta a partire dal basso. Sul Sannio, ancora, una volta sventola con orgoglio la bandiera della democrazia. È stato messo al centro il futuro con una partecipazione importante smentendo chi aveva come obiettivo quello di mettere in soffitta lo strumento delle primarie. Il Partito Democratico s’impone dunque quale riferimento di un’area di governo e questa è una straordinaria responsabilità che non possiamo deludere. Il lavoro continua partendo dai sorrisi, dalla determinazione, dall’impegno che hanno caratterizzato questa bella pagina della storia del nostro partito che è comunità di uomini e donne di speranza che credono nel futuro. Auguri agli eletti della nostra Federazione provinciale all’Assemblea nazionale del Pd e al neo Segretario nazionale, Matteo Renzi che saprà guidare il nostro partito con la passione che lo ha animato in questi anni”.

Lascia una risposta