Il Sannio e le sfide del mondo globale, in città il viceministro Cirielli

Una domenica mattina intensa per gli esponenti e sostenitori del coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia e infatti nell’affollata sala consiliare della Rocca dei Rettori si è tenuto l’incontro dal titolo “Il Sannio, l’Italia e le sfide del mondo globale”. A fare gli onori di casa il senatore sannita Domenico Matera e il sindaco di Bucciano ha accolto con grande piacere il viceministro degli Esteri, Edmondo Cirielli. Tante le tematiche affrontate e particolare attenzione al caro bollette: “Ci troviamo ad affrontare una situazione molto preoccupante ed essa è data dall’incapacità del Governo precedente di saper gestire il caro energia e di conseguenza l’aumento delle materie prime. Nonostante però le tantissime difficoltà, stiamo provando a dare delle risposte sia alle famiglie che alle imprese. Le vere riforme che hanno colpito il Sud sono state le due fatte dal Partito Democratico e quindi quella del titolo quinto che ha provocato la situazione che ci troviamo a dover gestire e quella del cambiare le province. Quest’ultima riforma ha tolto circa un miliardo e mezzo di euro alle province meridionali e quindi il tema vero non è il regionalismo differenziato, ma fare il modo che il Sud si avvicini ai servizi del Nord“.

Grande attenzione alle problematiche dell’Italia meridionale rimarcate anche dal senatore Matera: “La presenza del ministro Cirielli, dico ministro perché lo reputo tale a tutti gli effetti, è la dimostrazione che il nostro partito è attentissimo alle aree interne e la mia candidatura è stata fortemente voluta sia da lui che da Giorgia Meloni. Dobbiamo cominciare per davvero a lavorare per le aree interne e il gap infrastrutturale è purtroppo fin troppo ampio. Nella serata di ieri sono stato a Molinara e il Fortore da troppi anni è stato completamente dimenticato dalla sinistra. Noi, quindi, cercheremo di invertire la rotta e faremo di tutto per realizzare il nostro programma. Nei prossimi giorni, inoltre, affronteremo l’annosa vicenda della ferrovia in Valle Caudina e con il presidente dell’Eav lavoreremo affinché si risolvi una volta per tutte tale problematica. Lavorare senza urlare, cercando ovviamente di ottenere qualche risultato, è la mia missione e io con l’umiltà che contraddistingue gli uomini del fare mi impegnerò al massimo per il mio territorio. Il nostro intento poi è anche quello di portare la presidente Meloni qui nel Sannio”.

Concluso l’incontro alla Rocca, la delegazione si è spostata nella vicina via Perasso, dove è stata inaugurata la segreteria provinciale di Fratelli d’Italia.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.