Il Tar rigetta il ricorso di Verga, Meglio: “Per il Conservatorio è un giorno di gioia”

Il Conservatorio “Nicola Sala” torna nuovamente al centro del dibattito ed è di poche ore fa infatti la notizia che il Tribunale Amministrativo della Campania ha respinto il ricorso presentato dall’ex presidente Antonio Verga che considerava illegittima la nomina di Caterina Meglio. Un esito che la presidente, difesa in questa battaglia dagli avvocati Andrea Abbamonte, Daniele Archilletti, Damiano Lipani e Francesca Sbrana, ha commentato con gioia e anche un pizzico di commozione nel corso di una conferenza stampa organizzata con estrema rapidità nella sede di via Mario la Vipera: “Sapevamo di stare nella ragione e ritenevamo di aver subito un torto. Sono state dette tante cose fuori dal contesto reale e quando mi sono candidata alla carica di presidente per la seconda volta, l’ho fatto perché sapevo di avere tutti i requisiti e il Tar rigettando il ricorso ha di fatto confermato la mia versione. Oggi è un giorno di gioia per il Conservatorio e sono emozionata perché ero certa di aver subìto un torto. La persona, invece, che ha fatto il ricorso contro la mia nomina è stata condannata anche a pagare le spese legali, io invece ho sempre avuto un grande senso del dovere. La sentenza del Tar è stata molto netta dando ragione al Conservatorio, alla mia persona, al direttore Grassia e al Ministero rispetto invece alla persona che aveva presentato il ricorso. Si era messa in discussione la mia nomina rispetto alla disciplina della Legge Severino e il Tar, con una sentenza semplificata, ha confermato la legittimità della mia nomina ritenendo infondati i rilievi che erano stati proposti da parte del reclamante“.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.