“Si è concluso con esito positivo l’incontro tra società Trotta Bus Services, Comune di Benevento e Filtcgil, Fitcisl, Uiltrasporti e Ugl-autoferro. Si è evitato che sui lavoratori in regime al fondo bilaterale al 100% ricadesse un ulteriore disagio economico, dopo quello in atto socio-sanitario del Covid-19” lo affermano le sigle sindacali al termine del vertice dopo la denuncia di ieri.

“Infatti, – proseguono – si è concordato che ai lavoratori che hanno percepito per via del fondo bilaterale, un salario pari o quasi a zero euro, l’azienda procederà ad un anticipo di 800 euro tramite bonifico che avverrà in tempi brevi, mentre, per tutti i lavoratori che hanno percepito al di sotto di 800 euro, su base volontaria, si potrà richiedere alla Società una anticipazione di una somma pari a 500 euro. Si è parlato anche della riattivazione del servizio al 100%, che dovrebbe ripartite da lunedì 25 c.m.; su questo punto aspettiamo conferma”.

“Ricordiamo a tutti – aggiungono – che è fatto obbligo per l’utenza, così come stabilito dal DCPM e dall’Ordinanza Regionale vigente, utilizzare i mezzi di trasporto solo se muniti di mascherine, inoltre, va ricordato di obliterare il titolo di viaggio una volta saliti a bordo. Le parti sociali hanno richiesto, inoltre, uno specifico incontro per il settore della mobilità, anche in vista della ripartenza nel mese di giugno dei parcheggi a pagamento delle strisce blu”.

“Le OO.SS – infine – si ritengo soddisfatte per il raggiungimento dell’accordo e del ripensamento della Società, perché era inammissibile che tutto potesse ricadere solo sui lavoratori e ringraziano l’Assessore Ambrosone per essere intervenuto in tempi celeri, contribuendo alla risoluzione della criticità”.