Infopoint pronto a veder la luce. De Pierro: “Prima c’era solo degrado e abbandono”

Rush finale per i progetti Pics, che dovranno essere completati entro la fine dell’anno: la priorità assoluta in questa fase è “rendicontarli e ultimarli sul piano tecnico-amministrativo entro la fine di questo mese” afferma il vicesindaco Francesco De Pierro, delegato alle progettualità dei ‘Programmi Integrati Città Sostenibile’.

“Ovviamente non riusciremo nel periodo natalizio a inaugurare tutte le opere – specifica -, stiamo cercando però di puntellare almeno tre inaugurazioni a partire da metà mese”. Diverse le progettualità in via di ultimazione, “sicuramente tra queste potrebbe rientrare ‘La città medievale’, progetto importante e profondamente innovativo nonché suggestivo, perché parliamo di 400 corpi di luce a led che illumineranno tutta la cinta muraria longobarda della nostra città”. Dunque da viale dei Rettori a via Torre della Catena, attraversando il cuore del centro storico di Benevento in un percorso lineare volto a evidenziare la presenza delle mura anche lì dove il tempo ha fatto il suo corso.

E proseguendo lungo questo percorso ci si addentra in piazza cardinal Pacca, dove è stata posta nei giorni scorsi la base sulla quale si reggerà il tanto discusso infopoint turistico: “Siamo fiduciosi possa venir su qualcosa di decisamente riqualificante rispetto al degrado in cui versava, dal nostro punto di vista: era un ricettacolo di ogni cosa, un luogo abbandonato a se stesso” afferma senza mezzi termini De Pierro. Massima attenzione, mediatica e politica, anche per quanto concerne il lapidarium all’Arco di Traiano: anche qui lo scheletro della struttura è stato fissato. “Prosegue il montaggio della teca, che mi sembra molto sobria e leggera. Una volta ultimati i lavori – ribadisce – si avvierà un discorso con la Soprintendenza per i reperti in esposizione e sarà nominato un comitato scientifico”.

Tornando alle auspicate inaugurazioni, c’è da appuntare ancora il teatro De Simone, “altro fiore all’occhiello e patrimonio della città”, e piazza Orsini, “con pavimentazione ed effetti molto particolari, il tutto collegato al patrimonio della Curia”. Più in là invece il pattinodromo, “che assurgerà a funzione sociale, ricreativa e sportiva, costruito per rispondere a tutte le esigenze agonistiche sia a livello regionale che nazionale”. Luoghi simbolo di Benevento, siti storici “cui stiamo ridando ulteriore smalto e riqualificazione: l’amministrazione ha avuto il coraggio di andare a investire nelle storia della città”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.