Ospitiamo l’intervento, sul nostro sito, del responsabile organizzativo di Forza Italia Benevento, Leonardo Ciccopiedi, in merito alla crisi del Governo gialloverde e all’attuale scenario politico italiano.

In tanti ci chiediamo se e quando si andrà a votare, Io credo che in ogni caso la risposta è: presto. Ma quanto presto non si può dire, certo è che nessuno dei quasi mille parlamentari è contento di tornare al voto, men che meno i grillini, sicuri della scure del mancato consenso e di quella del “forse” secondo mandato. Non lo sono i democratici, soprattutto i renziani, che con il cambio di leadership del partito saranno in gran parte cassati dalle liste, non lo sono i forzisti, molti dei quali hanno, dalla propria elezione, dimostrato di non essere all’altezza di Silvio Berlusconi ed i molti altri che, occupando lo scranno de legislature, sanno di dover far posto al rinnovamento. Bene, se tutti questi desaparecidos dovessero incrociarsi, la legislatura potrebbe durare qualche mese di più. Penso ai nostri deputati sanniti in quanti verrebbero rieletti? E in quanti ricandidati?

La verità è che l’Italia ha bisogno di un governo con pieni poteri e di un parlamento coeso e preparato al servizio del Paese. Ma, senza una leadership autorevole, tutto questo diventa difficile. Salvini, come Renzi prima di lui, ha dimostrato sicuramente di saper accentrare il consenso, ma non riesce a dimostrare di avere l’abilità di diventare il federatore del centrodestra. Come ha fatto prima di lui Silvio Berlusconi, che è stato infatti il leader indiscusso, per oltre vent’anni, della coalizione che univa Forza Italia, AN, Lega e centristi. Indipendentemente dalle alterne vicende. Il centrodestra è esistito ed ha governato bene, sia quando la Lega Nord prendeva il 3% dei voti, sia quando prendeva il 10%. Ma esisterà oggi la coalizione, con la sola Lega che prende il 34%, quasi quanto il PDL? Questa è la domanda. Salvini intende correre verso l’uno contro tutti? La vocazione maggioritaria è quella che ha fregato Renzi e prima di lui Veltroni.

Io non credo che si riuscirà a mettere insieme un fronte antisalvini che dia l fiducia ad un governo purché sia. Ne tanto mento un cartello elettorale contro il leader leghista. Ma sicuramente se vorrà correre da solo Salvini, avrà difficoltà ad ottenere di andare a nuove elezioni in tempi rapidi e, sono certo, che non le vincerà. Gli elettori di centrodestra non gli perdonerebbero mai di aver sprecato tanto consenso.