1

La Strega spicca il volo e fa il giro del mondo: come lei solo in Francia. E quei tristi luoghi comuni italiani…

benevento marca

“Benevento’s everywhere”: il Benevento è ovunque. Il già ribattezzato “Leicester d’Italia” ha ottenuto un record difficilmente eguagliabile e che tutti oramai sanno: alla sua prima apparizione in B la Strega ha impiegato soltanto un anno ad agguantare la Serie A. Un primato in Italia per una scalata da favola che è difficile trovare nei maggiori campionati europei. Se non fosse per l’Evian Thonon. La squadra dell’Alta-Savoia, fallita nel 2016 dopo la nascita nel 2007, in Francia ha messo in atto una scalata da paura conquistando la Ligue 2 nel 2009/10 e subito la Ligue 1 nel 2010/11, alla prima apparizione proprio come il Benevento, per poi restare in massima serie per ben quattro stagioni. Ma sono tante le matricole nei più grandi campionati d’Europa, tante cadute di nuovo nel baratro, altre che stanno facendo ancora sognare: e c’è chi si ostina a dire che la Serie A perde di appeal con le piccole provinciali…

PREMIER LEAGUE – INGHILTERRA
Nella terra della Regina Elisabetta a far compagnia alla Strega in quanto a prime volte nel massimo campionato è l’Huddersfield Town, club che parteciperà per la prima volta alla Premier League (da quando ha cambiato nome ad inizio anni ’90) ma che torna nel calcio che conta dopo 45 anni. Curiosità: come il Benevento, anche l’Huddersfield Town ha chiuso al 5° posto, vincendo ai playoff contro Sheffield Wednesday e Reading sempre ai rigori. Prima apparizione anche per il Brighton & Hove in Premier League, ma per i “Seagulls” vale lo stesso discorso dell’Huddersfield, trattandosi di un ritorno dopo 34 anni quando ancora era First Division. E allora, trattasi di una vera prima volta, quella del Bournemouth che ha conquistato la promozione vincendo la Championship (Serie B inglese) nel 2014/15 e che si appresta a disputare la terza stagione tra i grandi.

LA LIGA – SPAGNA
In Spagna la prima volta accanto ai colossi Barcellona e Real Madrid è toccata all’Eibar vittorioso nella stagione 2013/14 e al Leganés nel 2015/16, due squadre che quest’anno si son salvate. La doppia promozione riuscì al Granada, dell’ex patron Pozzo, nel 2011, tornando in Liga dopo 35 anni, e quest’anno potrebbe riuscirci il Cádiz, impegnato ai playoff, ma anche per loro non sarebbe una prima volta.

BUNDESLIGA – GERMANIA
In Bundesliga le novità arrivano da anni e di favole da raccontare ce ne sono eccome, nonostante dietro ci siano colossi finanziari pronti a spingere la loro squadra verso l’Olimpo del calcio tedesco. Un esempio? RB Lipsia, squadra della famosa azienda Red Bull che quest’anno alla sua prima apparizione in Bundesliga ha conquistato il secondo posto staccando il pass per partecipare alla prossima Champions League, un risultato incredibile, dopo aver impiegato soltanto due anni per salire dalla B. Andando indietro nel tempo, la prima volta toccò anche al giovane Greuther Fürth nel 2012, subito retrocesso la stagione successiva, così come accadde al Paderborn nel 2014, che però si fece ricordare per una parentesi al primo posto durante il campionato. Nel 2014/15 stessa sorte toccata ad Ingolstadt e Darmstadt, i primi salvi e ancora saldi in Bundes.

LIGUE 1 – FRANCIA
Detto della favola Evian Thonon, poi fallito, ce n’è un’altra che ha ottenuto maggiori fortune nonostante avesse già disputato il primo campionato francese. Si tratta del Guincamp, cittadina di 7.300 anime con uno stadio da 18.000 posti e una società costituita da contadini bretoni. Ottenuta la promozione nel 2013, la squadra della Bretagna ha vinto la Coppa Di Francia, volando in Europa League, ultima superstite francese poi sconfitta dalla Dinamo Kiev. Una favola che continua dato che risiede stabilmente in Ligue 1. Ligue 1 pronta ad accogliere nuovamente lo Strasburgo che ha chiuso in vetta la Ligue 2 e come il Benevento fa il doppio salto dallo Championnat Nationalle alla Ligue 1. Soprattutto, però, sarà la prima volta per l’Amiens, che ha chiuso al secondo posto, e come la Strega farà la sua prima apparizione tra le grandi di Francia. Per non dimenticare, infine, il GFC Ajaccio, seconda squadra di Ajaccio che nel 2015 conquistò per la prima volta la massima serie francese, per poi retrocedere subito.

I SOLITI LUOGHI COMUNI ITALIANI
Come vedete di prime volte in Europa ce ne sono a bizzeffe, ma in Italia è oramai diventata una tradizione, tradizione rimarcata dalla Strega che ha compiuto più di tutte un’impresa titanica, che non è passata per niente inosservata. Il modello Chievo, diventato certezza, il modello Sassuolo, le favole Frosinone e Carpi, il Crotone, per arrivare a Benevento e Spal: tutte queste squadre vengono considerate carne da macello in Serie A ma negli altri campionati le piccole son ben viste. Trattasi di diritti tv, di una spartizione equa delle ricchezze in Lega, di un occhio di riguardo verso quelle realtà che anche se non riescono a mantenere la categoria, contano su una società economicamente salda. Il nostro campionato perde appeal con le provinciali, a detta di molti? Bene, e allora guardiamo al Guincamp, all’Eibar, al Bournemouth… E soprattutto al Leicester. L’appeal non lo fa il blasone ma lo spettacolo che l’intero campionato riesce ad offrire, i talenti, la qualità del servizio, l’idoneità degli stadi, la qualità del calcio espresso e soprattutto, i soldi ben ripartiti, senza distinzioni. La differenza abissale sta proprio in questo, laddove in Inghilterra tutti godono di milioni provenienti dai diritti tv, in Italia esiste il paracadute per le retrocesse…

IL MONDO CELEBRA LA STREGA
Ecco qui una carrellata di siti e giornali d’Europa che celebrano la Strega, le “Witches” in Inghilterra, la “Bruja” in Spagna: e partiamo proprio da qui, da Marca che mette in risalto l’impresa del Benevento e intervista Lopez sulla propria emittente radio, dando voce alla grande favola giallorossa. Sempre in Spagna, Sport e Mundo Deportivo dedicano un articolo alla “Bruja” mettendo in risalto il mattatore dei playoff Puscas. In Inghilterra spazio per il Mirror e il Daily Mail che celebrano le “Witches” e la grande festa al “Vigorito” e nel capoluogo sannita: “il Benevento raggiunge Juve, Milan e Roma in Serie A dopo un emozionante finale di stagione”. Sempre in Europa, a dar voce alla grande gioia sannita è L’Equipe, primo quotidiano francese, seguito da A Bola, in Portogallo. Ma la Strega in sella alla sua scopa fa il giro del mondo e arriva anche in America: ESPN riporta la foto del gruppo intero sotto la Sud; Clarin, dall’Argentina titola “Il piccolo Benevento giocherà in Serie A per la prima volta nella sua storia”. Senza contare i tanti servizi, prime pagine e speciali dedicati alla Strega nel nostro stivale. “Mammà si nu suonn sto facenn, nun m scetà”.