Lavori alla Torre, Palladino: “Dovere morale fermare le lancette del dibattito”

“Debbo esprimere perplessità per la tempistica con cui alcuni docenti della scuola secondaria di primo grado della Federico Torre hanno deciso di intervenire ancora sulla vicenda dei lavori presso quest’istituto scolastico. Tra poche ore la democrazia italiana vive un importante momento come la scelta dei nostri rappresentanti al Parlamento europeo, che impone il dovere morale, prima e più  ancora che normativo, di astenersi da dibattiti su questioni amministrative”. Lo scrive in una nota il delegato all’istruzione Marcello Palladino.

“Le questioni di merito sono state chiarite tutte da un articolato e preciso intervento dell’assessore alle Opere pubbliche Pasquariello. Condivido le sue argomentazioni e aggiungo che sempre mostreremo disponibilità e volontà di dialogo: non esistono partigianerie su tale argomento. Nell’auspicio che non venga meno la reciprocità degli intenti e della serenità di giudizio. In queste ore, invece, è giusto fermare le lancette del dibattito, ancorché su questioni importanti”, conclude Palladino.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.