1

“Liberamente per Bonea”, bagno di folla per la lista Roviezzo

Ancora un bagno di folla per “Liberamente per Bonea”. Seconda uscita per la squadra capitanata dall’avvocato Giampietro Roviezzo che si candida, dopo un ottimo primo quinquennio, al governo di Bonea per i prossimi cinque anni.

“Siamo abituati a fare chiarezza, a stare con le persone, a non nasconderci”, ha esordito Roviezzo. Che poi l’ha buttata sull’ironia. “Ho apprezzato del comizio di presentazione dell’altra lista la scenografia, dai contenuti sembrava di assistere ad un film di Cettolaqualunque. I nostri avversari politici si presentano come fossero al loro esordio, alla loro prima volta. Invece hanno amministrato per venti anni questo paese ma non abbiamo capito cosa abbiano combinato in questi venti anni. Ebbene si, perchè della vecchia Amministrazione facevano parte alcuni dei loro attuali candidati: erano in Giunta, erano in Consiglio”. Sempre con riferimento ai “competitors”

“Non li abbiamo mai visti partecipare alla vita sociale del nostro territorio, non si vedono, ora vogliono realizzare quello che noi stiamo facendo, avete fatto tardi”. Roviezzo ha parlato dell’ultimo progetto appena finanziato dal Governo che prevede la realizzazione del parco giochi con annesso campo di calcetto polivalente, spogliatoio e parcheggio e che prenderà forma in via Traversa Lorenzoni Carre. Il Sindaco Roviezzo, quindi, ha ricordato la collaborazione con associazioni e parrocchia “Abbiamo creato comunità, quella che ci è stata negata per venti anni. Loro? Vengono ogni cinque anni con lo stesso libro dei sogni, in fotocopia, e poi spariscono nuovamente”. Sul presunto studio medico in prossima apertura, poi, Roviezzo ha sottolineato come, contrariamente a quanto affermano gli sfidanti, non risulti alcun atto in Comune che possa far pensare ad uno studio professionale in prossima apertura.

Ed ancora, in ordine sparso. “Abbiamo abbassato la Tari mediamente per 100, anche 200 euro..Loro, dai banchi dell’opposizione hanno votato contro questo provvedimento. La loro Amministrazione ha distrutto il Pip, si sono girati dall’altra parte al cospetto delle persone bisognose. Noi ci ricordiamo di quanti hanno bisogno tutti i giorni, non ogni cinque anni. Con il banco alimentare assistiamo 30 famiglie ogni mese, durante la pandemia, grazie al supporto degli sponsor, abbiamo distribuito generi di prima necessità a quelle persone che erano in difficoltà”. Un paese trasformato, Bonea, nei servizi e nelle infrastrutture (il nuovo Municipio, la scuola in ristrutturazione, le nuove strade, i progetti sulla Parrocchia, la videosorveglianza).

“Stiamo incontrando, nelle case – ha chiuso Roviezzo – l’entusiasmo delle persone. Loro hanno dovuto cercare i candidati altrove, fuori paese. Bonea vuole continuare, unita, lungo la strada dello sviluppo”.

Comunicato stampa