Arrivato a Guardia Sanframondi, con circa due ore di ritardo rispetto alla tabella di marcia, il Ministro degli Esteri e leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio.

Il ministro pentastellato ha raggiunto l’unica tappa sannita del suo tour campano partito ieri da Pomigliano e che si concluderà nelle prossime ore a Salerno. Ospitato dalla cantina sociale La Guardiense, è stato accolto da tutti i rappresentanti locali del partito e dai parlamentari sanniti, oltre che dal sindaco di Guardia Sanframondi, Floriano Panza, e dal presidente de La Guardiense, Domizio Pigna.

Folta la rappresentanza anche dei cittadini che hanno accolto il leader di M5S, il quale poi ha parlato ai presenti durante il banchetto preparato per l’occasione: dal rilancio del Sannio alle Regionali. Focus sulla Falanghina, nell’anno del riconoscimento del Sannio come capitale europea del vino, con Guardia soggetto capofila. Come è stato anticipato dall’on. Maglione, la Falanghina ha avuto grande rilievo a Vinitaly, lì dove il ministro pentastellato ha avuto modo di riconoscere e rimarcare la potenzialità e la bellezza di questo prodotto: “Rilanciare la Falanghina in Europa e nel mondo per un ritorno economico importante” ha dichiarato Di Maio che si è lasciato andare anche in vista delle prossime Regionali: “No all’accordo con De Luca in Campania”. I grillini si candideranno da soli per provare a conquistare Palazzo Santa Lucia.