Malattie Reumatiche, il 3 maggio (H)Open day al “San Pio”

Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata Mondiale della Spondilite Anchilosante, promuove il 3 maggio l’(H)Open day dedicato alle malattie reumatiche.

In tale giorno su tutto il territorio nazionale saranno disponibili servizi gratuiti per la prevenzione, la diagnosi e la cura delle malattie reumatiche con un’attenzione particolare al mal di schiena.

L’A.O.R.N. “San Pio” di Benevento,  guidata dal Direttore Generale Mario Nicola Vittorio Ferrante, partecipa all’iniziativa offrendo gratuitamente alla popolazione, dalle ore 10 alle ore 18, presso i Poliambulatori del Padiglione Rummo, servizi clinico-diagnostici, momenti informativi e consulenze in presenza e virtuali, colloqui telefonici.

Per usufruire di questi servizi è necessario rivolgersi alla U.O.C. di Reumatologia, diretta dalla Dott.ssa Maria Grazia Ferrucci, prenotandosi ai numeri 0824 57780 / 57781 / 57782 / 57211 (dalle ore 8.30 alle 15.30 dal lunedì al venerdì).

Appuntamenti come questo – afferma il Direttore Generale Ferrante – rappresentano utili occasioni per fare prevenzione e diagnosi precoci di malattie reumatiche, i cui effetti invalidanti possono essere prevenuti o almeno contenuti con un’identificazione ed una terapia adeguata prima che i sintomi diventino evidenti e dolorosi. Ecco perché noi aderiamo volentieri a tutte le meritevoli iniziative proposte dalla Fondazione Onda, mentre riserviamo sempre e non solo in queste circostanze particolare attenzione alle specifiche esigenze dell’utenza rosa, come d’altronde a tutti i pazienti che alle nostre strutture sanitarie fanno affidamento”.

Le malattie reumatiche colpiscono oltre 3,5 milioni di italiane e spesso esordiscono in età giovane.

Obiettivo della giornata sarà quello di promuovere la consapevolezza e la corretta informazione così come la prevenzione, la diagnosi e l’accesso ai percorsi specialistici diagnostico-terapeutici dedicati alle malattie reumatiche. Queste malattie causano disturbi a carico dell’apparato locomotore ed in generale dei tessuti connettivi dell’organismo.

Oltre 3,5 milioni di donne italiane soffrono di malattie reumatiche che spesso esordiscono in giovane età arrivando a compromettere la qualità di vita e a impattare sulla salute riproduttiva”, dichiara Francesca Merzagora, Presidente di Fondazione Onda, “per questo abbiamo coinvolto gli Ospedali con i Bollini Rosa in un Open Day dedicato in particolare al mal di schiena affinché diagnosi corrette e precoci nonché trattamenti adeguati impediscano conseguenze articolari”.

Il focus dell’(H)Open Day sarà il “mal di schiena”, un sintomo molto diffuso, ma spesso ignorato e non correttamente diagnosticato. Può, infatti, essere espressione di uno stato infiammatorio cronico che necessita una tempestiva valutazione specialistica reumatologica per un adeguato trattamento.

La presenza di dolori lombosacrali per oltre tre mesi, tipicamente notturni e presenti a riposo o al risveglio e che si attenuano con il movimento, sono campanelli di allarme che necessitano di una tempestiva valutazione specialistica reumatologica. Una diagnosi precoce è infatti fondamentale per un adeguato trattamento che impedisca l’instaurarsi di gravi danni articolari ad alto impatto invalidante.

L’iniziativa gode a livello nazionale del patrocinio dell’Associazione “REumatologheDOnne” (ReDo), della Società Italiana di Reumatologia (SIR), del Collegio dei Reumatologi Italiani (CReI) e del contributo incondizionato di NOVARTIS, mentre a livello locale del patrocinio dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Benevento e dell’Associazione Malati Reumatici della Provincia di Benevento (AmaReProBene).

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.