La “Maleventum”, domenica il tuffo nel passato su due ruote

È tutto pronto per ‘La Maleventum’, ciclostorica del Sannio alla seconda edizione che andrà in scena domenica, 15 settembre 2019, sul ‘palcoscenico’ dell’Appia Antica.

L’Asd Cicli Serino, in collaborazione con il Comune di San Giorgio del Sannio, nei giorni scorsi ha messo a punto gli ultimi dettagli relativi al piano traffico. La giornata si aprirà con la punzonatura delle biciclette dalle 7.00 alle 8.00: oltre 60 gli scritti, provenienti da tante località campane e da Molise, Lazio e Puglia. Le due ruote dovranno essere rigorosamente prodotte prima del 1980 e tra le caratteristiche indispensabili gli organizzatori hanno evidenziato leve del cambio al telaio, guaine dei freni e cambi esterni e pedale con fermapiedi a cinghiette; anche l’abbigliamento dovrà rispettare il carattere storico della manifestazione, tra maglie e calzoncini di lana, scarpette in pelle traforata, cappellini con visiera, calzoni alla zuava, gilet, foulard e occhialoni in stile ‘avio’.

La partenza delle ciclostorica è prevista alle 8.30 in piazza Risorgimento, con il segnale di via affidato al sindaco Mario Pepe: il percorso di 74 chilometri, dopo l’attraversamento del centro urbano di San Giorgio del Sannio, si tuffa nella campagna in contrada San Giovanni a Morcopio, per poi raggiungere tra carrarecce e sentieri Piano Cappelle e tornare così sulla Statale Appia. La carovana entra a Benevento e sfila nel centro storico, una delle grandi novità dell’edizione 2019: il circuito lambisce l’Obelisco di Iside, il Bue Apis, l’Anfiteatro Romano e l’Arco di Traiano, dove è prevista l’ormai tradizionale foto che al traguardo sarà donata a tutti i partecipanti.

A Cretarossa, presso Masseria Pepe, è in programma il primo ristoro – sosta per rifocillarsi tipica di ogni ciclostorica nel segno di un vita quotidiana di altri tempi – a base di frutta e dolci. Si riparte in direzione Cancelleria, verso la prova più dura de ‘La Maleventum’: la salite di via Paritola, nel territorio di San Nicola Manfredi, tratto sterrato più arduo dell’intera ciclostorica con pendenze che arrivano al 15%. E per premiare lo sforzo ecco il secondo ristoro, ben più sostanzioso, a San Giovanni a Morcopio: sarà Coldiretti a offrire in una vecchia aia pane e prosciutto, pizze e zuppe di fagioli con vino rosso sannita. Il serpentone si rimette in marcia toccando l’azienda agrituristica ‘Tufini’ per poi puntare al Castello dell’Ettore di Apice, sede del terzo e ultimo ristoro (pizza e frutta) con il sindaco Angelo Pepe a fare da anfitrione. L’ultimo tratto dell’itinerario attraversa Cubante, terra di masserie e di coltivazioni di tabacco, fino all’ingresso a San Giorgio del Sannio dal quartiere Sant’Agnese, il passaggio su viale Spinelli e il traguardo in piazza Risorgimento.

’La Maleventum’ propone anche una variante più breve al percorso principale, lunga 54 chilometri, e inoltre una ciclopasseggiata aperta alle famiglie di 6 chilometri da San Giorgio del Sannio a Calvi che partirà alle 11.00 in piazza Risorgimento: requisito necessario, ancora una volta, una ‘uniforme’ vintage.

Piazza Risorgimento, per tutta la mattinata, farà il pieno di iniziative: ci saranno i gazebo ‘Campagna amica’ di Coldiretti con prodotti tipici del territorio sannita, una mostra di mezzi e trattori d’epoca, spazi dedicati a giochi per bambini legati al mondo delle due ruote. E ancora, una sfilata d’abiti d’epoca a cura della stilista di Ariano Irpino Adriana Monaco e un’affascinante mostra sulla vita di Fausto Coppi proposta dal Veloclub di San Giorgio del Sannio che farà da cornice all’intera piazza. Inoltre, sarà allestito anche uno stand del neonato Museo del ciclismo di San Giorgio del Sannio con un’esposizione di biciclette e cimeli dei primi del ‘900.

E per la seconda edizione la ciclostorica sannita apre le porte a scuola e letteratura: ‘La Maleventum’ ha stretto un gemellaggio con l’associazione Co.s.mo.s di Scauri (Latina) che promuove il concorso letterario nazionale sul tema delle due ruote ‘Il Biciclettario’. Partner dell’Asd Cicli Serino per l’iniziativa è l’Istituto comprensivo ‘Giancarlo Siani’ di Sant’Angelo a Cupolo, con la dirigente scolastica Anna Bosco che ha mostrato un grande interesse per l’inedita esperienza: il progetto sarà presentato domani mattina, 14 settembre, alle 11.30 presso l’aula consiliare del Comune di Calvi concessa per l’occasione dal sindaco Armando Rocco.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.