Maltempo: la giornata. Riunione in Prefettura: “Situazione migliora”

Notte di lavoro e apprensione a Benevento e provincia a causa delle piogge incessanti che sin dalla mattinata inoltrata di ieri hanno interessato l’intero territorio sannita. Vigili del fuoco impegnati su più fronti anche grazie all’aggiunta di ulteriori due squadre e del supporto dei caschi rossi foggiani: sorvegliati speciali i fiumi, in particolare nei punti critici travolti dall’alluvione dell’ottobre 2015. Il Presidente della Provincia e il Sindaco di Benevento, Nino Lombardi e Clemente Mastella, a seguito delle eccezionali precipitazioni delle ultime ore, hanno convocato presso la Sala Consiliare della Rocca dei Rettori per le ore 14 di oggi 18 gennaio 2023 una riunione per l’esame della situazione reticolo idrico con la Regione Campania, il Genio Civile, l’Autorità Distrettuale dell’Appennino Meridionale, il Consorzio dell’Area industriale, la Società partecipata Asea. “Se la Protezione Civile nella zona di Benevento conferma, per domani, che la nostra area territoriale è gialla, si torna alla normalità e quindi le scuole, ad ora, riaprono” così il primo cittadino su Facebook. (LEGGI QUI)

Tiene la diga di Campolattaro che ha raggiunto il livello di soglia massimo scongiurando una nuova alluvione come nel 2015, disagi in parte contenuti a Ponte Valentino dove con gli interventi degli ultimi anni si è potuto evitare il peggio. “La riunione di oggi alla presenza di numerosi enti è servita soprattutto per tenere costantemente monitorato il corso dei reticoli e fortunatamente il livello dell’acqua nella diga di Campolattaro sta pian piano scendendo” ha commentato il Presidente della Provincia, Nino Lombardi. “Domani non c’è la necessità di chiudere le scuole e la riunione di oggi è servita per fare un punto della situazione per quanto accaduto nelle ultime ore. Purtroppo l’area industriale si trova sotto il livello del fiume e mi pare normale che possa essere soggetta a dei problemi” ha affermato il sindaco Mastella. (LEGGI QUI)

PREFETTURA: “SITUAZIONE IN MIGLIORAMENTO” – Si è tenuta in Prefettura, nel pomeriggio odierno, una riunione tecnica per approfondire la situazione complessiva del territorio provinciale a seguito delle recenti avversità atmosferiche. L’incontro, che ha registrato la presenza delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Provincia, di alcuni Comuni, dell’Ufficio Dighe, dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino meridionale, di Anas ed E-distribuzione, ha consentito di acquisire utili ed aggiornate notizie sulle principali criticità causate dall’intensificazione delle copiose precipitazioni nelle ultime 24 ore.

I Vigili del Fuoco hanno comunicato una flessione del numero degli interventi richiesti, precisando che, allo stato, non ci sono particolari problematicità. Anche la situazione del reticolo idrografico è in miglioramento, come rappresentato dalla Provincia, competente per i corsi d’acqua principali, dalla Regione Campania – Genio Civile di Benevento – competente per i corsi d’acqua secondari, e dall’Autorità di Bacino. L’Ufficio Dighe di Napoli ha confermato tale tendenza anche in relazione alla diga di Campolattaro, segnalando che il livello dell’acqua nell’invaso è in decrescita. I Comuni intervenuti – Benevento, Guardia Sanframondi, Solopaca, Telese Terme e Tocco Caudio – interessati da diversi interventi dei Vigili del Fuoco in relazione alle numerose criticità registrate, hanno evidenziato che, allo stato, non ci sono situazioni di pericolo e né ulteriori segnalazioni. Gli unici comuni che hanno dovuto procedere all’evacuazione di alcuni nuclei familiari sono quelli di Telese Terme e di Tocco Caudio.

L’ANAS e la Divisione Polizia Stradale della Questura di Benevento hanno rappresentato l’evoluzione positiva della situazione dal punto di vista della viabilità e delle condizioni delle infrastrutture. Le Forze dell’Ordine, che stanno assicurando un costante e proficuo impegno in tutto il territorio, hanno informato che il numero di interventi è in diminuzione. In conclusione dei lavori, pur prendendo atto della mancanza di situazioni di particolare criticità e dell’assenza di nuove segnalazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità, è stata richiamata l’attenzione degli enti coinvolti sulla necessità di un continuo monitoraggio della situazione, con particolare riferimento ai livelli dei corsi d’acqua e alla percorribilità delle arterie stradali.

Particolarmente rilevante e proficua è anche l’attività di sensibilizzazione della collettività, da parte degli amministratori locali, a tenere comportamenti virtuosi, evitando spostamenti non necessari in caso di fenomeni atmosferici particolarmente intensi, in modo da scongiurare evitabili interventi delle componenti di soccorso, quali il recupero di autovetture bloccate, provocati prevalentemente da condotte incaute. La situazione è costantemente monitorata dalla Prefettura.

LA GIORNATA – Esondazioni a contrada Pantano, presidiata attualmente dai carabinieri, dove la nottata è trascorsa in maniera poco serena: campi allagati e varchi di alcune abitazioni ostruiti. Allo stato, anche con il benestare del tempo, la situazione va via via rientrando ma l’attenzione resta massima anche in virtù delle previsioni meteo di oggi e della pioggia scesa in mattinata. Fiume Calore che ha rotto gli argini anche nella piana del cimitero, nei pressi di Ponticelli, dove si registra la situazione di maggior allerta in questo momento. Vigili del fuoco al lavoro per liberare il corso d’acqua dai fusti all’altezza dell’incrocio dove insiste la sede dell’Asia. Situazione invece sotto controllo a Santa Clementina, resta ancora ostruito il sottopassaggio alle porte della città in via Compagna: allagato in parte anche il campo di rugby. In campo oltre ai caschi rossi ci sono i volontari della Protezione civile, gli agenti della Municipale e le forze dell’ordine come richiamato dal sindaco Mastella e disposto dal Prefetto. Segnalazioni giunte alla sala operativa del 115 per liberare strade da detriti, caditoie, canali di scolo.

Le forti precipitazioni di ieri hanno ingrossato i corsi d’acqua in tutta la Campania. Le federazioni Coldiretti di Caserta e Benevento segnalano l’esondazione dei fiumi Volturno e Calore in alcuni punti critici. Gli accertamenti sono ancora in corso. L’esondazione del fiume Volturno è stata accertata nell’Alto Casertano, nella zona di Baia e Latina, allagando i campi. Il fiume Calore è esondato tra Solopaca e Paupisi, invadendo i vigneti, danneggiati nei punti più prossimi alle sponde. La Coldiretti della Campania sta monitorando tutto il territorio regionale, falcidiato da smottamenti e danni provocati dalle raffiche di vento.

Se pioggia e neve sono attese per ripristinare le scorte idriche in laghi, fiumi, terreni e montagne, i forti temporali con precipitazioni violente – sottolinea la Coldiretti – provocano disastri quando l’acqua cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento con frane e smottamenti. La pioggia per essere di sollievo – continua la Coldiretti – deve infatti durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa. Si assiste ad una evidente tendenza alla tropicalizzazione che – precisa la Coldiretti – si manifesta con una più elevata frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi. L’agricoltura – conclude la Coldiretti – è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con i danni provocati dalla siccità e dal maltempo che hanno superato nel 2022 a livello nazionale i 6 miliardi di euro.

ALLERTA METEO GIALLA FINO A VENERDI’ – La Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato di ulteriori 24 ore (ossia fino alle 9 di venerdì 20 gennaio) il vigente avviso di allerta meteo valido sull’intero territorio regionale. Il livello di allerta che attualmente è Arancione su gran parte della Campania (ossia su tutte le zone ad esclusione delle zone 2, 4,7: Alto Volturno e Matese; Alta Irpinia e Sannio; Tanagro) dalle 9 di domani mattina diviene Giallo su tutto il territorio. Si evidenziano precipitazioni locali anche a carattere di rovescio o isolato temporale con un possibile rischio sia idrogeologico che idraulico. La Protezione Civile della Regione Campania richiama i Sindaci alla massima attenzione, mantenendo attivi i Centri operativi comunali e l’attuazione di tutte le norme previste dai piani di Protezione civile per la prevenzione e mitigazione dei principali scenari di evento ed effetto al suolo. Sono possibili infatti, instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango; significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni); scorrimento superficiale delle acque nelle strade e possibili fenomeni di rigurgito delle acque piovane con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse; occasionali fenomeni franosi e possibili cadute massi per condizioni idrogeologiche particolarmente fragili, anche per la saturazione dei suoli.​ Si raccomanda altresì di monitorare il verde pubblico e le strutture esposte alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso. Anche con l’allerta di livello Giallo saranno possibili occasionali fenomeni franosi per la saturazione dei suoli oltre a ruscellamenti, allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, inondazioni.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.