Manutenzione edifici scolastici, Iannace: “Occorre una verifica”

Il chirurgo-senologo Carlo Iannace, candidato nelle scorse elezioni nel Collegio Uninominale al Senato Benevento-Avellino per la coalizione del centrosinistra interviene sulla questione edilizia scolastica: “La notte scorsa è crollata l’aula magna della facoltà di Geologia dell’università di Cagliari. La struttura viene utilizzata dalla facoltà di Lingue e fino a meno di due ore prima era affollata di studenti, mentre al momento del cedimento del soffitto per fortuna non c’era nessuno. Il Signore ha fatto un miracolo, perché poteva essere una strage. E da questo accaduto voglio lanciare un appello a tutti gli enti locali affinché svolgano una verifica e una manutenzione straordinaria e ordinaria agli edifici scolastici che per la maggior parte dei casi hanno oltre 50 anni di vita e di fare interventi di adeguamento strutturale ed antisismico.  Mi chiedo e chiedo agli enti: quante verifiche sono state fatte nell’estate scorsa prima del nuovo anno scolastico. Intanto bene la Regione Campania per la pubblicazione di un avviso che ha come obiettivo principale quello di consentire agli enti locali di dotarsi delle valutazioni della sicurezza necessarie per la consapevole programmazione/progettazione degli interventi di messa in sicurezza strutturale degli edifici scolastici. 

E poi “Scuola Viva in cantiere” che rappresenta uno strumento agile per la programmazione di settore dell’edilizia scolastica, da utilizzarsi per il finanziamento di interventi a valere sulle risorse della programmazione unitaria regionale di fonte regionale/nazionale/comunitaria. L’obiettivo principale di “Scuola Viva in cantiere” è la messa a norma degli edifici scolastici esistenti sul territorio regionale, mediante l’attuazione di interventi integrati riguardanti le componenti edilizie, strutturali ed impiantistiche, finalizzati all’incremento della performance degli edifici e all’ottenimento della loro agibilità. La scuola deve essere un luogo di massima sicurezza e per raggiungere tale obiettivo è necessario investire in modo significativo nell’edilizia scolastica”.

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.