1

Mastella difende Gesesa e rilancia: “Sarà ancora protagonista”

La crisi idrica e la questione Gesesa tengono ancora banco nel dibattito politico. A intervenire in prima persona, dopo il Consiglio bollente di settimana scorsa, è ora il sindaco Clemente Mastella che attraverso una lunga nota difende a spada tratta l’operato della partecipata e rilancia il ruolo dell’azienda per il futuro: “Stiamo vivendo la crisi idrica più grave degli ultimi 70 anni come ha avuto modo di sottolineare il Presidente del Consiglio Mario Draghi e, quindi, abbiamo il dovere come cittadini di utilizzare responsabilmente la preziosa risorsa idrica. In tal senso – afferma – mi associo ai continui inviti e alle campagne di sensibilizzazione della nostra società partecipata che gestisce il servizio idrico integrato. Annuncio anche che GESESA, nei prossimi giorni, donerà ed installerà presso tutte le aiuole pubbliche di Benevento dei temporizzatori per coniugare al meglio il risparmio idrico con una buona tenuta del verde che garantisce decoro e bellezza alla nostra Città.

Voglio cogliere l’occasione, inoltre, per esprimere il mio ringraziamento a GESESA per l’eccellente lavoro che sta svolgendo in questo difficile periodo, con un impegno 7 giorni su 7 ed h24, garantendo l’erogazione di acqua sicura a tutta la Città e agli altri Comuni gestiti. Sono oltre cento gli interventi giornalieri che vengono posti in essere, su un territorio vastissimo, compresi tutti gli interventi preventivi di miglioramento ed ottimizzazione tesi a mantenere un continuo equilibrio tra fonti di approvvigionamento e una rete idrica purtroppo obsoleta come in gran parte del nostro Paese. Le donne e gli uomini di GESESA costituiscono un patrimonio di professionalità per la nostra Città e per la nostra Provincia e possono essere certi che resteranno i protagonisti della gestione del servizio idrico integrato nel nostro territorio per il futuro, a prescindere da modifiche societarie imposte dalle normative vigenti. In tal senso garantisco il mio massimo impegno.

GESESA, nonostante eventuali ed isolati errori di qualche singolo, resterà nella storia della nostra Città per aver contribuito alla sua crescita e al suo progresso negli ultimi 30 anni. Il sottoscritto continuerà a prestare la massima attenzione alla tutela della risorsa idrica nel nostro territorio e alla individuazione della migliore gestione possibile del servizio idrico integrato, nel pieno rispetto delle norme, anche a seguito di quanto stabilito con il referendum del 2011, che qualcuno, politicamente orientato verso gli estremi, vorrebbe strumentalizzare conferendogli una interpretazione unica differente dal vero”.

E infine a tutela dell’amministrazione: “Posso affermare, senza tema di smentita, di essere il Sindaco che sta prestando maggiore attenzione alla gestione del servizio idrico integrato e a gettare le basi per un futuro sempre migliore, nonostante i continui slogan dozzinali di delatori di professione e di chi non ha fatto nulla di concreto per decenni, salvo dedicarsi oggi a ripetere come un disco rotto critiche infondate e stantie. Penso ad esempio all’opera epocale del depuratore cittadino e alla formazione di un distretto idrico tutto sannita, nonché a tutte le altre attività che sono state messe in campo e alle altre che si aggiungeranno. L’acqua è il bene pubblico più prezioso e faremo di tutto per tutelarla al meglio, oggi e sempre”.