1

Mastella invia messaggio elettorale a Perifano che lo pubblica. Lui: “Numero cancellato”

L’ultima domenica prima del voto del 3 e 4 ottobre, tra una settimana, si è arricchita di un nuovo capitolo della campagna elettorale che riguarda Clemente Mastella e Luigi Diego Perifano. Un capitolo curioso e dai risvolti anche divertenti, soprattutto dalle parti di ApB che non ha fatto mancare la propria ironia.

Il telefono dell’avvocato Perifano riceve un messaggio ed è quello del ricandidato sindaco Clemente Mastella con la scheda elettorale in allegato: “Mi permetto di disturbarti per chiederti di darmi una mano alle prossime elezioni comunali…” specificando in seguito che il messaggio “arriverà anche, e chiedo scusa già in partenza, a quanti nulla hanno a che vedere con questa mia richiesta”. E di certo Luigi Diego è tra questi, dunque doveroso rispondere: “Grazie Clemente, ma sono già impegnato”. Il leader di Alternativa per Benevento ha poi reso pubblica la “gaffe” del suo competitor sui social con a corredo la didascalia: “Quando mandi lo stesso messaggio a tutta la rubrica di whatsapp”.

“Leggo l’ennesima polemica del candidato Perifano (e dei suoi supporter) che sui social lamenta di aver ricevuto un mio messaggio elettorale. Sono rammaricato innanzitutto per il livello del confronto scelto dal mio avversario per affrontare questa campagna elettorale, ma anche nelle ultime ore che ci separano dal voto noi continueremo a misurarci sui temi seri che interessano i beneventani” è la replica in una nota di Clemente Mastella.

“Abbiamo scelto – afferma – di evitare polemiche e partigianerie anche su questioni ben più serie come quelle che investono il Comune di Sant’Agata de’ Goti e i dirigenti PD, continueremo lungo la nostra strada per il rispetto che merita la Città. Voglio solo chiarire a Perifano che avendo accumulato migliaia di numeri di telefono, in particolare da quando il mio cellulare è nella disponibilità di tutti i concittadini, ho premesso nel testo del messaggio il rischio che potesse finire nelle mani di qualche ‘non interessato’.

Sono dispiaciuto per l’eventuale fastidio ma voglio spiegare a Perifano, il quale al mio invito ha risposto “..sarà per la prossima volta” che non ci saranno altre occasioni perché ho cancellato il suo numero. D’altra parte – ha aggiunto -, non avrei potuto immaginare un’accoglienza così polemica visto che mai aveva avuto modo di lamentarsi dei messaggi elettorali che pure gli ho girato in tante altre circostanze”.