Mataluni (Confindustria Giovani Benevento): “Draghi favorisca per davvero imprese e lavoratori”

“In una recente intervista il presidente nazionale di Confindustria Bonomi sottolineava come nella situazione attuale sia cruciale intervenire sul lavoro, con celerità. Ebbene: sono d’accordissimo”. Ad affermarlo in una nota è Biagio Flavio Mataluni, presidente Confindustria Giovani Benevento.

“Non c’è più tempo da perdere e da giovane imprenditore, che ha l’onore di rappresentare i giovani imprenditori in Confindustria Benevento, in un’area interna del sud, mi auguro arrivino presto da un governo guidato da una persona illuminata come Draghi soluzioni che favoriscano imprese e lavoratori. Mi spiego: il blocco dei licenziamenti, per le piccole e medie imprese che sono praticamente la totalità in Italia più che a un freno ai licenziamenti rappresenta un enorme freno alle assunzioni. Molte aziende hanno perso una fetta enorme di fatturato, oltre ad avere una profonda crisi di cassa: come si mantengono posti di lavoro in queste condizioni?

Io credo – prosegue Mataluni – che serva una decontribuzione totale su giovani e donne per almeno cinque o sei anni e per evitare licenziamenti, facendo un attento controllo sulle aziende per evitare speculazioni, concedere una premialità, con una decontribuzione totale sul personale già assunto. Decontribuzione totale sul personale già assunto che verrebbe calcolata su base proporzionale rispetto al fatturato perso e volta a mantenere i livelli occupazionali e chiedendo “in cambio” alle aziende di investire e finanziare la formazione di nuove competenze. Di certo bisogna sedersi al tavolo per trovare soluzioni concrete: con le parti sociali e con le imprese, una formula che d’altronde Confindustria Benevento sta già portando avanti in maniera illuminata con il presidente Vigorito che in un incontro recente proprio con i sindacati ha sottolineato che oggi gli interessi di imprese e lavoratori sono gli stessi“.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.