Mercato, tutte le ipotesi della Strega: torna viva la pista Acosty. L'alternativa è Furlan

acosty

Il Benevento in questi giorni è alla ricerca di di un esterno sinistro da regalare a Baroni. Tutto dipende anche dalla situazione in uscita dei vari Jakimovski, Pajac e Campagnacci, valutati attentamente dal mister nel ritiro di questi giorni. Jakimovski è il primo destinato a lasciare il Sannio, con Spal e Brescia in primis sulle sue tracce. Diversa la situazione per Pajac e Campagnacci, legati alla Strega da alcuni nodi intricati. Il primo potrebbe anche rimanere fino a giugno e non anticipare il ritorno al Cagliari, il secondo ha diverse offerte dalla Lega Pro, ma il suo ingaggio è davvero alto per le squadre di terza serie. Baroni sta valutando la possibilità di un suo reintegro, ma se arriverà (quasi certamente) un altro elemento dal mercato di riparazione, uno dei due lascerà Benevento, oltre a Jakimovski. Vediamo, allora, quali sono i nomi sul taccuino di Di Somma e quelli più caldi che stanno circolando al momento:

ACOSTY: si è infiammata nuovamente questa pista. Sull’agenda di Di Somma in cima alla lista c’è l’esterno del Latina, cercato già in estate. Ma pare che i pontini abbiano sparato alto. Il Benevento, però, potrebbe sferrare l’attacco decisivo in questi giorni.

FURLAN: chiuso dall’arrivo di Parigini (che ha preferito proprio Bari a Benevento), potrebbe accettare l’ipotesi del trasferimento in giallorosso ma per la società pugliese è incedibile. Rappresenta attualmente la migliore alternativa ad Acosty.

CITRO: nel Trapani è in atto una rivoluzione.  Con Petkovic che pare destinato al Bologna, potrebbe partire anche lui? Il giocatore ha già dato il suo ok al trasferimento, ma non è un esterno puro, giocando da prima o seconda punta nel Trapani.

CIANO: era una priorità del Benevento, il Cesena chiede troppo per monetizzare (2 milioni). Il club romagnolo non accetta contropartite dunque qualsiasi squadra dovrebbe sborsare cash per lui. Poche società possono permetterselo in B, se non proprio il Benevento, o squadre di A quali Chievo e Pescara, in competizione per accaparrarsi le sue prestazioni. La società ci pensa ma lo sforzo economico è notevole.

CABEZAS: giovane classe 1997 dell’Atalanta, Tmw lo inserisce tra i papabili di Di Somma. Non si escludono colpi a sorpresa.

QUESTIONE PORTIERI
In queste ultime ore sta tenendo banco una questione che si è fatta un po’ spinosa: i portieri. Il Benevento ne ha tre in rosa e tutti over: Cragno, Perucchini e Piscitelli. Gori, invece, rappresenta un “calciatore bandiera”, mentre Perucchini è fuori rosa (stando alla lista consegnata a settembre). Quello dei portieri non è un problema dato che possono essere convocati tutti facendo pervenire una richiesta prima alla Lega. Il problema si presenterebbe nel caso di assenza di Gori: dai 18 over consentiti, per sostituirlo si arriverebbe a 19 con la convocazione di Piscitelli. Quest’ultimo, come sappiamo, è stato declassato in Primavera ed è comunque utile alla causa di Ignoffo. È per questo che il predestinato ad abbandonare il Sannio pare sia Perucchini, in procinto secondo Tmw, di firmare un accordo col Lecce, squadra in cui ha militato lo scorso anno. Gori, invece, è seguito da mezza Lega Pro ma c’è la netta sensazione che Baroni non voglia privarsene. Su Cragno, invece, sono continue le attenzioni di Napoli, Inter e Genoa: è di queste ultime ore un forte interesse dei liguri, impegnati a sostituire l’infortunato Perin, ma difficilmente il portiere dell’under 21 azzurra abbandonerà il Sannio a gennaio.

Lascia una risposta