Michelangelo Fetto racconta “Esther, per non dimenticare”

A tre anni dall'omicidio di Esther, giovane donna nigeriana entrata nella tratta dello sfruttamento sessuale, Benevento si ferma ancora a riflettere

SHARE

"ESTHER PER NON DIMENTICARE"

🔴 A tre anni dall'omicidio di Esther, giovane donna nigeriana entrata nella tratta dello sfruttamento sessuale, Benevento si ferma ancora a riflettere.Consorzio Sale della Terra Benevento Solot Compagnia Stabile di Benevento Caritas diocesana di Benevento Michelangelo Fetto Don Nicola De Blasio Angelo Moretti Gabriella Giorgione Antonio Intorcia

Pubblicato da Cronache del Sannio su Mercoledì 12 giugno 2019

Tre appuntamenti teatrali che partiranno domani, 13 giugno all’interno del progetto “Esther, per non dimenticare”, un’idea gestita dal Consorzio Sale della Terra in collaborazione con Solot, Compagnia Stabile di Benevento che punta a contrastare il fenomeno della tratta grazie al Centro Ascolto Donna e Vittime di Tratta della Caritas Diocesana. Un progetto importante perché non ci siano altre “Esther”, perché altre “Esther” non siano dimenticate e soprattutto un messaggio necessario, quello di ripristinare un senso civico, un dovere civile che possa ridare lustro alla dignità di ciascuno.

La Solot scende in campo, all’interno del progetto, portando in scena tre spettacoli:

13 giugno, ore 20.30 -“Ego me Absolvo” – Gruppo TetaroStudio Over 26

15 giugno, ore 18.30 – “… Non è il mestiere più antico del mondo” – Restituzione finale laboratorio di quartiere Centro Storico

16 giugno, ore 20.00 – “Esther “- Gruppo di giovani allievi TeatroStudio 2018/2019

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito e si terranno al Mulino Pacifico.