Mignone e Greco: “Piazza Pacca e non solo, dal Pd ereditati solo disastri”

“Abbiamo compreso che il Pd manifesta una tenace ostilità per il progetto di piazza Cardinal Pacca: di questo disco rotto, ormai una soap opera, ce ne facciamo serenamente una ragione. Abbiamo spiegato che daremo alla città una piazza riqualificata integralmente, con più verde e un servizio importante per i turisti. Prima con loro, lì c’era degrado e un parcheggio auto. Ma fingono di dimenticarlo”, così in una nota gli esponenti di maggioranza Alboino Greco e Marika Mignone.

“Evidentemente al Pd non piace chi, come quest’amministrazione, realizza e migliora la città. L’eredità raccolta, invece, era quella che la città ricorda bene: da una gru orrida e pericolosa al centro della città all’ex Malies incompiuto e gravato da una ipoteca bancaria. E ancora bellezze della città abbandonate al loro destino (basti pensare all’Hortus conclusus), i teatri tristemente chiusi, l’azienda di trasporto pubblica fallita, parco Cellarulo affogato nel degrado, bizzarre opere pubbliche mai decollate e abbandonate a sé stesse come la Spina Verde, angoli suggestivi della città sempre bui e mai illuminati, l’assurdità come contrade e aree rurali prive perfino dei numeri civici, come nemmeno in epoca post-unitaria.

Questi e altri disastri amministrativi sono le impronte lasciate dalle Amministrazioni Pd. L’amministrazione Mastella, al contrario, ha rimediato a queste voragini ed è impegnata in una straordinaria opera di realizzazioni, materiali e immateriali, che proseguiremo per costruire una città migliore e più moderna”, concludono Greco e Mignone.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.