Minaccia con coltello da cucina, primo utilizzo del taser nel Sannio

A Benevento, per la prima volta, i Carabinieri utilizzano il taser: i militari della locale Compagnia lo hanno utilizzato per bloccare un 44enne che li minacciava con un coltello ed un bicchiere di vetro rotto. L’intervento è avvenuto intorno alle 3 in un’abitazione di Fragneto Monforte: i carabinieri sono stati chiamati da un’anziana signora minacciata dal nipote convivente, affetto da problemi psichici, armato di un coltello da cucina. Al loro arrivo nell’abitazione, i carabinieri hanno constatato la presenza dell’uomo, il quale minacciava di aggredirli brandendo un coltello da cucina di circa 30 centimetri. Pertanto, un militare ha utilizzato per due volte il taser in modalità di deterrenza, mediante la scarica del “warning ark”. L’uomo, tuttavia, ha continuato ad invenire contro i militari, tentando di colpirli con l’arma, venendo quindi attinto dalla scarica elettrica, disarmato ed immobilizzato. Prestato il primo soccorso, l’uomo è stato affidato alle cure del 118, presente sul luogo, e trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Pio. Non ha riportato lesioni ne complicazioni sanitarie. Il coltello ed il bicchiere sono stati sequestrati ed il 44enne denunciato in stato di libertà per minaccia aggravata alla Procura della Repubblica di Benevento.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.