Nicita (La Gazzetta dello Sport): “Fiducia in Cannavaro”

Riguardo al recente avvicendamento sulla panchina del Benevento, con Fabio Cannavaro subentrato a Fabio Caserta abbiamo chiesto un parere anche al collega Maurizio Nicita e l’esperto giornalista de “La Gazzetta dello Sport” è certo del fatto che l’ex allenatore del Guangzhou saprà farsi apprezzare nel Sannio. “Quella di cambiare la guida tecnica ritengo sia stata la scelta giusta, con il Benevento di Caserta che da troppo tempo ormai era alle prese con problemi fisici e mentali. Cannavaro però, come stesso lui ci tiene a precisare, non ha la bacchetta magica e quella vista contro l’Ascoli è parsa una Strega in difficoltà, anche se perdere Veseli e Glik per infortunio ha reso la partita ancora più complicata. A Bolzano, invece, credo che sia andata un po’ meglio, con la squadra che ha fatto un buon primo tempo, poi però alla lunga non hanno retto e tra i calciatori è subentrata un po’ di paura che ha portato al pareggio dei padroni di casa”.

Il tecnico partenopeo dovrà, quindi, continuare a focalizzare l’attenzione soprattutto sulla testa dei suoi calciatori?
“Credo proprio di sì e sono convinto che con il recupero di determinati elementi da qui a qualche settimana vedremo un Benevento maggiormente padrone del proprio futuro e in grado di fare un bel filotto di vittorie. Quello cadetto è un campionato molto strano, forse quest’anno ancora più imprevedibile, ma quella giallorossa è una rosa che può e deve lottare per un posto nei playoff”.

Una preziosa mano arriverà anche dai suoi collaboratori e quanto sarà importante il loro apporto?
“Fabio ha davvero un grande staff e sin da quando ha iniziato ad allenare ha dato un’importanza elevata ai suoi collaboratori. È un tecnico altamente preparato anche come manager e non a caso la prima richiesta fatta al presidente Vigorito è stata quella di un altro campo per gli allenamenti. Ha una visione globale del calcio e per la Strega può rappresentare il profilo adatto per accelerare il percorso di crescita della società e dell’intero ambiente”.  

La piazza sannita, complice un inizio balbettante, resta però scettica…
“Ai tifosi giallorossi dico di avere pazienza e fiducia nella squadra. Finora si è vinto poco, ma ben presto si inizierà a raccogliere i frutti del lavoro di Cannavaro e a gennaio, se dovesse servire, insieme al suo staff saprà bene dove intervenire”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.