Ospedale, Meccariello: “Insorgere? Rispettiamo ruoli. Presto lettera a De Luca”

“Leggo da qualche giorno della necessità che le istituzioni insorgano per difendere l’ospedale. Un’insurrezione che dovrebbe palesarsi addirittura con una richiesta di chiusura dello stesso. Leggo di una richiesta inoltrata a diversi sindaci di espressione di un parere sulle determinazioni della Dirigenza del San Pio. Nella qualità di Capogruppo del gruppo Consiliare “Sant’Agata Città Nuova” avverto l’esigenza di riflettere, insieme alla città su quanto tutto questo faccia male alla città stessa!”: così in una nota la consigliera Nunzia Meccariello, capogruppo di maggioranza.

“Sì, quanto fa male tutto questo alla città! Quanto fa male a noi consiglieri – prosegue – da sempre impegnati per la difesa dell’ospedale nell’interesse dei cittadini, nei confronti dei quali sentiamo forte l’obbligo della verità, della chiarezza, e della responsabilità. La relazione a firma della dott.ssa Morgante sulla programmazione del piano ospedaliero per il De Liguori prevede ora 26 posti letto per la riabilitazione, 25 per la lungodegenza e il Pronto soccorso non viene messo in discussione.
Tutto ciò è già previsto nel decreto 41/19. È dunque un inizio di attuazione dello stesso. E di questo dobbiamo prendere atto! Certo è che non ne siamo soddisfatti!
E non ci fermeremo fino a quando il decreto 41 non verrà attuato nella sua interezza. Ma, nel rispetto di ruoli, funzioni e buon senso innanzitutto, non possiamo essere noi a stabilire le modalità di attuazione del decreto stesso.

Ma vi è di più. Quest’amministrazione sta lavorando affinché ci possa essere un reale miglioramento e potenziamento dei servizi offerti al Sant’Alfonso. Il rinnovo della convenzione con l’Istituto Tumori Pascale di Napoli, ne è solo un esempio. Anche stavolta il Nostro Sindaco, non si volta dall’altra parte, ascolta il territorio e “sacrifica” se stesso per la comunità che rappresenta. Anche stavolta, come sempre è la Nostra Amministrazione a perseguire l’interesse esclusivo del territorio e non il proprio. E continueremo a lavorare in questo modo!

Continueremo a manifestare, ad ascoltare, ad alzare la voce e a scrivere le istanze del territorio per la tutela del nostro ospedale. Continueremo ad esserci! Per ascoltare cittadini, comitati e movimenti. Continueremo ad operare insieme a tutte le autorità dirigenziali e politiche preposte e competenti. Proprio nei prossimi giorni, insieme ad altri sindaci del comprensorio, lavoreremo alla redazione di una nota congiunta da sottoporre al Governatore De Luca, affinché si implementino le risorse per il De Liguori già nella nuova legge Finanziaria regionale. È questo che fa una buona politica. Con spirito di servizio vi terrò aggiornati”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.