Paduli e Sant’Arcangelo nella Comunità Montana del Fortore: c’è proposta di legge

”Depositata presso il Consiglio regionale della Campania la proposta di Legge per l’inclusione nella Comunità Montana del Fortore dei comuni di Paduli e Sant’Arcangelo Trimonte. Un’iniziativa che ho deciso di sposare e sostenere dal primo momento”. A dichiararlo il consigliere regionale Luigi Abbate. Per far si che i due centri sanniti possano entrare nella costituzione dell’ente montano è necessario modificare la legge regionale 30 settembre 2008, n. 12, in merito al ‘Nuovo Ordinamento e disciplina delle Comunità Montane’ che di fatto escludeva i due comuni poiché non completamente in linea con i requisiti necessari, come l’altitudine media e quella massima.

Da qui l’urgenza di un approfondimento, dal quale è emerso che sia Paduli che Sant’Arcangelo sono a vocazione in prevalenza montana e confinano con diversi comuni che fanno parte della Comunità Montana del Fortore. Elementi fondamentali all’annessione. In particolare Paduli confina con Apice, Buonalbergo e San Giorgio La Molara, mentre Sant’Arcangelo Trimonte con Apice e Buonalbergo. Due elementi importanti e determinanti per l’annessione. A sostenere i lavori, la volontà dei rispettivi sindaci dei comuni interessati palesata attraverso note e delibere dei consigli comunali, alla quale si aggiunge la deliberazione del Consiglio generale della Comunità Montana del Fortore dello scorso mese di settembre. La decisione finale spetta alla Regione, chiamata a decidere in merito al tema della riconfigurazione degli ambiti territoriali delle comunità montane. Come rappresentante del territorio io ci sono per dar loro voce”.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.