Servizio mensa al via domani mattina per i ragazzi dell’istituto comprensivo “Falcetti” di Paduli e quest’anno prevista una grande novità per la comunità scolastica padulese.

In questi giorni l’amministrazione comunale padulese ha approvato la determina di affidamento del servizio mensa per gli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia e secondaria di primo grado, per l’anno scolastico 2019/2020. “Un affidamento diretto”, alla ditta “Minicozzi Claudio”, con sede legale in contrada Serre delle Forche, per l’importo di 36 mila euro. “Una svolta storica per Paduli – afferma il sindaco Domenico Vessichelli. Dopo tanti anni si ritorna a cucinare presso i locali della scuola d’infanzia con evidente miglioramento del servizio. A tutto vantaggio dei piccoli fruitori della mensa scolastica. Abbiamo deciso, inoltre, di privilegiare i prodotti a km 0, nella convinzione di rendere un servizio migliore e contestualmente adeguarci alle nuove normative sull’eco sostenibilità. Infatti, un’ulteriore novità sarà data dall’utilizzo dei piatti in ceramica e le posate di acciaio e con la graduale eliminazione dell’utilizzo della plastica”.

Una scelta, quella di eliminare il monouso in plastica, in linea con le direttive europee e che rappresenta una risposta concreta che l’amministrazione comunale di Paduli ha voluto dare per cominciare a trattare seriamente il tema del cambiamento climatico. Il capitolato speciale d’appalto è stato redatto tenendo conto delle “Linee d’indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica” del Ministero della Salute, nonché le linee di indirizzo rivolte agli enti gestori di mense scolastiche, aziendali, ospedaliere, sociali e di comunità, al fine di prevenire e ridurre lo spreco connesso alla somministrazione degli alimenti. Il servizio, prevede l’utilizzo del locale cucina sito in viale Libertà 61.

Comunicato stampa