Palazzo Mosti, la maggioranza: “Opposizione in cerca di visibilità”consiglio

Riceviamo e pubblichiamo la nota congiunta per la stampa da parte dei consiglieri di maggioranza componenti delle commissioni consiliari Lavori Pubblici – Società Partecipate – Ambiente:

“Atti depositati nei termini regolarmentari, minoranza in astinenza da protagonismo strumentalizza e diserta le commissioni dedicate agli approfondimenti”.

“L’unico obiettivo dei consiglieri di opposizione è ritagliarsi uno spazio di visibilità. L’assenza alla commissione consiliare di questa mattina è la dimostrazione plastica della volontà di strumentalizzare ogni vicenda amministrativa esclusivamente per un momento di protagonismo mediatico”. Lo dichiarano in una nota congiunta i consiglieri comunali di maggioranza componenti delle commissioni consiliari Lavori Pubblici – Società Partecipate – Ambiente. 

“La minoranza – affermano i consiglieri – dapprima ha inventato inesistenti violazioni regolamentari della precedente seduta e poi nella commissione volta ad approfondire le tematica ha deciso di disertare. 

Ribadiamo con fermezza che non vi è stata alcuna violazione dei diritti dei consiglieri. Il Regolamento del Consiglio Comunale all’art. 35 avente ad oggetto il funzionamento delle commissioni prevede infatti che “gli atti relativi agli affari iscritti all’ordine del giorno sono depositati presso la sede comunale almeno 24 ore prima della riunione, a disposizione dei membri della commissione”. 

La proposta di Delibera di Consiglio è del 19 gennaio, il parere di regolarità tecnica e contabile è stato rilasciato dai dirigenti il 20 gennaio e lunedì è pervenuto anche il parere del collegio dei revisori.  Pertanto la proposta di delibera era depositata da giorni completa di tutti gli atti allegati presso la Segreteria Generale, consultabile ed accessibile per tutti i consiglieri. 

Per mero errore materiale fra gli atti inviati dal presidente della commissione Partecipate ai consiglieri, uno dei nove allegati non è stato inoltrato. Un errore materiale di cui il presidente della commissione consiliare si è personalmente scusato con tutti i componenti. E’ utile tuttavia ricordare ai consiglieri di minoranza che l’inoltro dei documenti da parte del presidente ai componenti delle commissioni è un atto di cortesia e collaborazione istituzionale e non un obbligo previsto dal Regolamento. Invitiamo pertanto la minoranza, invece di riportare inesattezze e montare sterili polemiche, ad esercitare la propria funzione recandosi presso gli uffici comunali per il ritiro degli atti regolarmente depositati. 

Occorre precisare inoltre che nella seduta oggetto di contestazione dalla minoranza i presidenti di commissione, come di consueto nell’ottica della collaborazione istituzionale, avevano provveduto a stampare copia di tutti gli atti compreso l’allegato erroneamente non inoltrato. Lo stesso era pertanto presente fisicamente ieri anche in commissione consiliare oltre che depositato da più di 24 ore in Segreteria come previsto dal Regolamento. 

Le commissioni hanno pertanto espresso il parere favorevole alla discussione in Consiglio Comunale della proposta di Delibera con piena consapevolezza e non al buio, manifestando un indirizzo politico chiaro e condiviso. 

Altro elemento lamentato è stato poi l’assenza agli atti del Piano d’Ambito adottato dal Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano. Tale atto tuttavia non è oggetto di approvazione da parte del Consiglio Comunale né costituisce allegato alla Delibera come chiarito dal Segretario Generale. 

Comprendiamo la necessità della minoranza, in astinenza da protagonismo, di dimostrare ai cittadini la propria esistenza in Consiglio ma le vesti delle vittime mal si addicono a questi atteggiamenti mistificatori della realtà. Ieri, infatti, viste le richieste la Segreteria del Comune ha inviato a tutti i capogruppo il Piano d’Ambito adottato dal Consiglio di Distretto dell’Ente Idrico Campano. Alla seduta odierna dedicata all’esame di tali documenti però l’opposizione non ha partecipato, dimostrando di non aver alcun reale interesse ad approfondire gli atti ma solo a cogliere l’occasione per attaccare l’Amministrazione Comunale.

L’approfondimento delle questioni legate alla nuova gestione del servizio idrico proseguirà in commissione anche domani e venerdì. I consiglieri di maggioranza non faranno mancare il proprio apporto. Vedremo se la minoranza sarà ancora impegnata in polemiche vuote e in sofismi che nulla hanno a che vedere con la realtà o se deciderà di partecipare alle attività istituzionali”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.