Pannella (GD): “Sporcizia e maleducazione, l’amministrazione non interviene?”

“Nel rientrare a casa prima del coprifuoco non ho potuto fare a meno di notare la sporcizia che sovrasta i marciapiedi di una strada che si trova nei pressi di un noto fast food e che è diventata il luogo di ritrovo di persone che abitualmente consumano cibo e bevande e lasciano a terra buste di cartone e bicchieri di carta usati”. Lo denuncia in una nota Sara Pannella, segretario Giovani Democratici Federazione di Benevento.

“Purtroppo – spiega – non è la prima volta che mi imbatto in una scena indecorosa di questo tipo, che descrive il completo disinteresse nei confronti del decoro urbano e la mancanza di senso civico e cura della città, aspetti che invece dovrebbero accomunare ogni cittadino. Le restrizioni dovute alla pandemia, il divieto di ritrovarsi in locali o ristoranti incentiva tanti a ritrovarsi nelle pubbliche piazze, a consumare cibo e bevande e lasciare in giro sporcizia e rifiuti. In queste settimane non sono stati infrequenti casi analoghi, quasi come se si giustificasse o legittimasse la maleducazione o la mancanza di senso civico di chi è autore di tali gesti.

Mi stupisco, però, – prosegue – del fatto che l’amministrazione comunale non intervenga, perché è la stessa che dovrebbe avere a cura non soltanto la promozione di attività commerciali e di ristorazione che consentono lo sviluppo economico, ma dovrebbe ancor di più preoccuparsi di accrescere e programmare interventi che prevengano – o quantomeno limitino – il verificarsi di simili episodi. Sarebbe opportuno monitorare e reprimere costantemente queste condotte illecite che danneggiano tutti. Credo sia fondamentale intervenire con azioni preventive che consentano di disincentivare i cittadini dal compiere questi gesti riprovevoli, anche mediante una attività di controllo, di individuazione dei responsabili e di irrigazione di sanzioni .

È responsabilità di ognuno – conclude – contribuire a fare la propria parte in un momento di estrema difficoltà, in cui il contributo del singolo a favore della comunità è fondamentale. Avere a cuore il decoro della propria città non è solo un dovere, ma è soprattutto una questione di rispetto per l’ambiente e per la collettività”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.