Pd: “Sequestro Sanav ha svegliato Comune e Asi”

“Meglio tardi che mai. Così viene da dire osservando che, quasi in concomitanza, il Consorzio ASI annuncia approfondimenti e misure sui miasmi di Ponte Valentino mentre il comune rinvia la questione al consiglio comunale fissato per il 4 marzo. Posto che è sempre meglio del ‘mai’, non possiamo non sottolineare che si tratti di un ‘tardi’ gigantesco!”: a dirlo in una nota è la segreteria cittadina del Pd.

“La nauseabonda vicenda è nota a tutti dalla scorsa estate allorché – si legge – iniziarono anche le varie segnalazioni di cittadini, associazioni e consiglieri comunali (non solo del PD) sugli odori molesti e preoccupanti che rendevano l’aria quasi irrespirabile.

Auspicando che venga finalmente alla luce la causa del problema, ci auguriamo ancor più che questi ritardi di ASI e Comune sul fronte delle doverose contromisure non abbiano cagionato danni per l’ambiente e per le persone. Anche per questo, attenderemo con molto interesse il prossimo consiglio comunale.

È quella la sede per comprendere le ragioni e le spiegazioni addotte dal sindaco Mastella e dal competente assessore all’Ambiente che, certamente, non si sarà lasciato distrarre o fuorviare da vincoli coniugali nel trattare il dossier Sanav”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.