Avellino, Pazienza: “Eravamo in credito con la fortuna”

Ha commentato la vittoria ottenuta nel derby al Vigorito il tecnico dell’Avellino Michele Pazienza. Queste le sue dichiarazioni in sala stampa: “Abbiamo vinto una gara a due facce. Nel primo tempo la squadra ha provato a fare delle cose molto belle proponendosi più volte nella metà campo avversaria e cercando di impensierirla il più possibile”.

Copione – “E’ stato fatto un primo tempo come lo avevamo preparato, bravi e fortunati a trovare la via del gol. Nel secondo abbiamo saputo soffrire e difenderci, i pericoli più grandi sono arrivati dai traversoni in area di rigore”.

Vittoria – “Avevamo bisogno di tornare a casa con 3 punti, anche attraverso una partita del genere. Succede nel calcio che come domenica scorsa crei tanto e non segni, mentre oggi siamo stati più cinici”.

Fortuna – “Sono contento anche per i ragazzi che se lo meritavano e lavorano tanto. Eravamo in credito con la fortuna e qualcosa ci è tornata indietro. Quando sei bravo a portare dalla parte tua gli episodi un po’ di merito c’è”.

Singoli – “Ci sono state risposte importanti da chi veniva da un lungo stop e bisognerà far riprendere loro la condizione migliore. Questa vittoria riaccende una scintilla nei ragazzi: lo desideravano e l’hanno ottenuto”.

Sgarbi – “Deve crescere ancora molto sotto tanti aspetti, mi ha fatto arrabbiare molto perché sapeva di essere diffidato e doveva essere l’unico a non alzarsi dalla panchina. Palmiero? Ha preso un pestone sulla caviglia”.

Benevento – “Con le due punte ha creato qualcosa di pericoloso nell’ultima partita, ce lo aspettavamo. Non commento l’analisi di Andreoletti”.

Tifosi irpini – “Non mi ha fatto piacere vedere questo comportamento. Per sdrammatizzare è da cancellare così come qualche inizio partita della mia squadra”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.