1

Pepe-De Caro: maretta nel Pd alla vigilia della presentazione dei candidati

Antonella Pepe, candidata Pd alla Camera, con la capolista al Senato Susanna Camusso

Del Basso De Caro e designazioni calate dall’alto, ancora maretta nel Partito Democratico alla vigilia della presentazione dei candidati prevista domani alle 15 a Palazzo Paolo V alla presenza anche dei capilista alla Camera, Stefano Graziano, e al Senato, Susanna Camusso (intravista tra l’altro questa mattina al Palazzo Arcivescovile di Benevento, ospite di monsignor Accrocca). La polemica investe direttamente la presidente del partito Antonella Pepe, candidata all’uninominale per la Camera: sotto accusa le dichiarazioni rilasciate in un’intervista a Orticalab.

Il fuoco amico arriva da Salvatore Caretti, segretario del circolo di San Giorgio la Molara che ha attacco senza mezzi termini: “Sono restato sbalordito e turbato dalle dichiarazioni che Antonella Pepe ha rilasciato ad un giornale online di Avellino, Orticalab, nella giornata di ieri 7 settembre. Se una persona si è sacrificata per il partito e per il nostro territorio, sempre ed in qualunque sfida elettorale, è Umberto Del Basso De Caro al quale riconfermo stima, amicizia e considerazione”. La Pepe non si è risparmiata nei confronti di De Caro, defilatosi dalla contesa e pronto a sostenere il Pd più per atto di fede che altro: “Trovo francamente surreale – ha dichiarato – un dibattito di questa natura. Ha detto bene il commissario Boccia, è impossibile pensare al disimpegno specie da parte di chi ha avuto tanto negli anni dal partito. Dovrebbe per lo meno avere l’umiltà di ricambiare e di essere da esempio, come hanno fatto in tanti altri, anche quando, da non favorevoli al sistema elettorale o ancor di più al taglio dei parlamentari, hanno dato sempre il loro sostegno alla comunità democratica. […] Trovo la polemica sinceramente irrispettosa per la comunità che rappresento”.

Caretti però non ci sta e la tensione aumenta: “Antonella Pepe, invece, ancora non ci ha spiegato come mai è candidata alla Camera nel collegio uninominale di Benevento. Noi, nell’Assemblea del primo agosto del Partito Democratico del Sannio, insieme a tutti i segretari di circolo, abbiamo scelto e votato, all’unanimità, il dr. Angelo Moretti convinti che fosse la più forte e organizzata candidatura per il nostro territorio. Stranamente, ci siamo ritrovati Lei, calata dall’alto all’ultimo momento… Una candidatura che, spiace dirlo, è chiaramente non condivisa da tutti NOI del partito e del territorio che non l’abbiamo mai indicata. Rappresenta forse qualche componente della segreteria Nazionale? Se così fosse, non potrebbe chiedere l’impegno, la mobilitazione e la passione della nostra comunità ma unicamente il voto come iscritti al partito democratico. Quel voto che Io stesso darò il 25 settembre per rispetto di me stesso. Il rispetto è una regola che deve valere sempre per tutti noi”.