Perifano: “Custodia Hortus, pezza peggiore del buco”

“Custodia dell’Hortus Conclusus. Quando la pezza è peggiore del buco”: arriva la controreplica di Luigi Diego Perifano alla presidente della commissione Cultura Mara Franzese.

“Alle mie perplessità – scrive il portavoce di Apb – così replica l’Amministrazione: “La Cooperativa che ha ricevuto l’incarico dal Comune impiega, con contratto a tempo indeterminato due giovani della città”. Mi fa piacere per i due giovani, ma come fate a saperlo? La Coop barese è stata contattata sul mercato elettronico. A meno che – ma non voglio crederlo, perché la legge non lo prevede – la trattativa diretta non includesse anche il pacchetto assunzioni.

Sempre l’Amministrazione: “E’ stato eseguito uno screening tra le aziende del territorio con esiti non particolarmente entusiasmanti, soprattutto per l’esiguità dell’affidamento, 37,000 euro”. Prendo atto che a Benevento, grazie ai miracoli della Giunta in carica, è stata azzerata la disoccupazione, in tutti i settori produttivi si pagano stipendioni molto alti, i giovani sono subissati da offerte di lavoro per cui fanno gli schizzinosi, insomma la condizione di benessere è ormai tale che i nostri operatori economici non si “entusiasmano” per un contratto da 5000 euro mensili per aprire e chiudere l’Hortus conclusus.

Chiamate il generale Vannacci che troverà l’ispirazione per scrivere un altro capitolo del suo capo d’opera: “Il mondo al contrario”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.