La pianista Giulia Falzarano delizia la platea del “Savoia” di Campobasso

Applausi a scena aperta. Sono quelli riservati a Giulia Falzarano dalla competente platea del Teatro Savoia di Campobasso per il concerto di pianoforte sviluppatosi nel contesto della edizione numero 55 della Stagione dei Concerti 2023-2024, kermesse promossa dalla Aps “Amici della Musica Walter De Angelis”.

Il talento airolano, neo-diciottenne, formatasi presso l’Accademia musicale “Mille e una nota”, ha colpito profondamente i presenti e gli organizzatori tanto da conquistare un ampio spazio in seno alla edizione molisana del Tgr – in onda su Rai Tre – che ha riservato alla giovane Giulia un lungo servizio con tanto di intervista. “Un concerto molto sentito quello di Giulia Falzarano – hanno ufficialmente commentato dalla Aps attraverso i rispettivi canali social – che ha strappato numerosi applausi.

Il repertorio proposto dalla giovane e talentuosa pianista nel primo appuntamento del 2024, da Haydin, a Beethoven, da Mendelssohn fino a Chopin, ha ottenuto il consenso del pubblico della stagione concertistica Walter De Angelis, grazie all’ottima tecnica mostrata nonostante i suoi 18 anni appena compiuti”. Allieva del Maestro Pasquale Iannone, che la segue da cinque anni, Giulia Falzarano è iscritta al Conservatorio di Bari: pronta, spigliata, grintosa e ricca di un talento che la porterà in contesti sempre più ampi e di spessore.

A partire da quello olandese: la brillante caudina, infatti, sarà a breve in partenza per i Paesi Bassi dove, unica italiana selezionata, prenderà parte ad una importante manifestazione internazionale. “Ogni performance – ha commentato la stessa Falzarano agli stessi canali Rai – diventa sempre più importante di quella precedente”. La stessa ha quindi indicato nell’arte musicale “un modo per analizzare se stessi, per conoscere la vita”. Chiudendo con un auspicio “Ogni genitore vi dovrebbe far avvicinare i propri figli”.

Comunicato stampa

Sostieni la Libera Informazione

Una tua donazione è importante per sostenere il nostro progetto editoriale. Grazie!

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.