Piazza Risorgimento, Apb: “Evitato lo scempio Lumode”

“Evitato lo scempio. Il progetto della Lumode che mirava a stravolgere l’area del Terminal non si farà. Almeno non nei modi e nei termini individuati dalla società casertana e dall’amministrazione comunale”: così in una nota dei gruppi consiliari che si riconoscono in ‘Alternativa per Benevento’.

“Buon senso e ragione – affermano -, alla fine e seppur con enorme ritardo, hanno prevalso. Bene così. Si ricorderà come già durante la campagna elettorale ‘Alternativa per Benevento’ aveva invitato il Sindaco e la sua giunta a lasciar perdere un progetto-pasticcio, dannoso per la città – perché il tutto si sostanziava nella realizzazione dell’ennesimo inutile palazzone-, e già bocciato dall’Autorità Nazionale Anti-Corruzione per via di una procedura errata. Gli stessi che ci accusarono allora di “remare contro” oggi convengono sulla necessità di riporre nel cassetto, ma sarebbe meglio dire nel cestino, la proposta redatta dalla Lumode.

Riteniamo giusto, a questo punto, riconoscere l’impegno e la tenacia di quei movimenti civici e di quelle associazioni , a cominciare da Altrabenevento, che prima di tutti denunciarono l’insensatezza del progetto. L’auspicio, adesso, è che si voglia ottimizzare l’occasione data dal fondo periferie e puntare su idee e progettualità realmente utili a Benevento e ai beneventani. Noi siamo pronti a collaborare e a fare la nostra parte: l’esito di questa vicenda, d’altronde, dimostra che la pratica dell’ascolto può far recuperare tempo e anche evitare lo sperpero di denaro pubblico”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.