Getty Images
Getty Images

Continuare a superare record su record non è di certo un’impresa da poco per il Benevento di Roberto De Zerbi che palesa nella sua difesa i maggiori problemi dell’organico che ha in dote. Con le due reti subite alla Dacia Arena di Udine, la Strega porta a 38 il numero di gol incassati finora in campionato, 42 contando la batosta di agosto in Coppa Italia contro il Perugia. Una cifra enorme se la compariamo a quella delle ultime classificate nei maggiori campionati europei. L’appuntamento numero 4 della nostra rubrica statistica “Pillole Giallorosse” oggi si occuperà proprio di questo.

LA PEGGIOR DIFESA TRA I “BIG FIVE” D’EUROPA
Un triste primato negativo che i sanniti continuano a portarsi sul groppone e che allarga di molto la forbice tra gol fatti e subiti: il Benevento ha la peggiore differenza reti d’Europa se consideriamo la Serie A, la Premier League, La Liga, la Bundesliga e la Ligue 1, ovvero -30. Frutto di 8 gol siglati e 38 incassati, questa cifra è anche il risultato dei pochi gol che i giallorossi riescono a segnare, addirittura mezzo a partita. Ma, come possiamo vedere di seguito, sotto questo aspetto c’è anche chi sta un pochino peggio. È il caso del Metz, ultimo della classe nel massimo campionato francese, a 5 punti e con 7 gol fatti ma, rispetto al Benevento, 33 subiti, con una differenza gol di -26. Quest’ultimi sono distanti dalla zona salvezza ben 13 punti dalla coppia Troyes-Lilla ferma a 18, sintomo che nella lotta salvezza sono stati conquistati più punti rispetto al campionato italiano. Supera di poco il Benevento, invece, il Colonia, 18° e ultimo a quota 3, tra i “big five” solo il Benevento ha fatto di peggio in termini di punteggio. I tedeschi hanno segnato un gol in più rispetto ai giallorossi e ne hanno subiti 31, per una differenza reti uguale a -22. La distanza dal Friburgo che occupa la terzultima posizione (e che consente lo spareggio con la terza in Bundesliga 2) è di 12 punti. In Inghilterra e Spagna, invece, giochi apertissimi per la salvezza: nel campionato spagnolo il Las Palmas, squadra che aveva scelto De Zerbi ad inizio stagione (matrimonio poi saltato per dei problemi tra il tecnico e il Palermo), è ultimo a quota 10 e con una differenza reti di -23, frutto di 11 gol fatti e 34 subiti. È però in Premier League che si registra un caso diverso dagli altri, ovvero il Crystal Palace ventesimo non detiene né la peggior difesa né la peggior differenza reti del campionato. Questi due primati negativi spettano rispettivamente a Stoke City, 15° con 35 gol subiti, e al West Ham (differenza reti di -18). Il Crystal Palace, in tal senso, con 11 punti conquistati e una differenza reti di -17 (10 gol fatti e 27 subiti) è nel bel mezzo della bagarre per evitare la retrocessione in Championship, essendo a soli tre punti dalla salvezza. Dopo un avvio shock con sette sconfitte consecutive senza mai segnare un gol, è arrivata la vittoria di prestigio contro il Chelsea di Conte, vittoria che il Benevento non ha ancora conosciuto, diventando così l’unica squadra insieme al Colonia (che ha raccolto solo tre pareggi e dodici sconfitte) a non aver mai vinto in campionato finora. E la notizia tristissima dello stop di Antei che lo costringerà a finire qui la stagione, non aiuta il morale di una squadra e la solidità di una difesa, costretta a rispecchiarsi nei propri errori e a dover essere comparata con le peggiori d’Europa, e peggiore tra le peggiori.