Pini, Rosa: “Operazioni smaltimento piante concordate con servizio fitosanitario”

“Tutte le operazioni di abbattimento e smaltimento delle piante di viale atlantici, sono state concordate con il servizio Fitosanitario Regionale come da comunicazioni del 07/09/2022 prot. 91062, del 03/10/2022 prot. 101230 e del 04/10/2022 prot. 101739”: lo precisa in una nota l’assessore Alessandro Rosa in merito all’esposto pubblicato sulla stampa locale circa il mancato rispetto delle procedure di smaltimento delle piante di Pinus pinea rimossi al viale degli Atlantici.

“Quotidianamente – si legge – è presente sul posto un ispettore Fitosanitario per controllare che le procedure di rimozione delle essenze, vengano eseguite correttamente secondo i dettami del DM 3 Giugno 2021 trattasi infatti di materiale infestato da un parassita – cocciniglia tartaruga – per il quale è prevista la lotta obbligatoria. Per i lavori di abbattimento, l’impresa incaricata, il consorzio stabile GANOSIS con sede in San Leucio del Sannio (BN), conferisce tutto il legname di risulta presso la discarica indicata dal servizio Fitosanitario Regionale, Bio Due con sede in Avellino per la distruzione per combustione del materiale di risulta.

Considerato che le attività si svolgono lungo il viale degli Atlantici, area molto trafficata, e tenuto conto che trattasi di essenze pericolanti per le quali è stata emessa apposita ordinanza sindacale, al fine di evitare che possano emergere questioni legate alla pubblica incolumità ed alla prolungata chiusura al traffico dell’arteria stradale interessata, l’impresa incaricata, come comunicato in data 03/10/2022, procede alla raccolta quotidiana del materiale per trasportarlo presso un piazzale a disposizione, debitamente recintato, sito in via santa Colomba snc, dal quale, dopo le operazioni di riduzione dei ceppi e del frascame (secondo le indicazioni di conferimento obbligatorie dettate dalla discarica ricettrice) sarà poi trasferito alla Bio Due per la combustione.

Il trasporto da e per il piazzale di via Santa Colomba avviene su automezzi dotati di tutte le protezioni necessarie (sponde alte, teloni coprenti ecc.) così come avviene per il materiale depositato presso il piazzale, che viene coperto ed isolato dall’esterno per evitare la eventuale – anche se improbabile – (viste le temperature mattutine di questo periodo ) dispersione del parassita.

Tutte le operazioni di raccolta, trasporto, deposito presso il piazzale, sono sempre supervisionate dagli ispettori fitosanitari che vengono costantemente informati ed alla fine di ogni giornata lavorativa viene stilato apposito verbale interno delle operazioni. Il mancato rispetto del DM 3 Giugno 2021 circa le modalità di smaltimento comporterà l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dalla norma che saranno a totale carico dell’Impresa esecutrice”.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.