Il campo scuola di Protezione Civile che si è svolto a Pontelandolfo ha avuto inizio lunedì 1° luglio ed è terminato ieri, domenica 7 luglio. La locale associazione di Volontariato di Protezione Civile di Pontelandolfo impegnando fondi propri, ha dato la possibilità a 38 ragazzi dai 10 ai 13 anni di avvicinarsi al mondo del Volontariato. Tutto ciò è stato possibile grazie al Patrocinio del Comune di Pontelandolfo che ha messo in campo le forze tecnico-amministrative, nonché alle associazioni: Protezione Civile di Fragneto l’Abate, Gruppo comunale di Protezione Civile di Bisaccia e Protezione civile Irpinia di San Potito Ultra.

Tante le attività che hanno impegnato i giovani ospiti del campo.
Si è iniziato con il montaggio delle tende e l’allestimento del campo. I ragazzi si sono immedesimati fin da subito nel ruolo del volontario dando prova di capacità e voglia di imparare. Continua è stata l’attività formativa sul Sistema Nazionale di Protezione Civile, sui piani comunali di Protezione Civile, sul sistema nazionale di lotta agli incendi.
Mercoledì 3 luglio, grazie alla sapiente esperienza in materia, dell’arch. Giovanni Maggino (coordinatore del gruppo comunale di Bisaccia) i ragazzi hanno partecipato ad una lezione di cartografia. Subito dopo si sono portati presso monte Calvello per mettere in pratica quanto appreso. La giornata si è conclusa con la presenza dei professionisti del soccorso, il Corpo Nazionale Alpino e Speleologico, magistralmente formati dal Responsabile Regionale Girolamo Galasso, ha coinvolto pienamente i ragazzi che hanno potuto provare le varie tecniche di emergenza e d’intervento. L’utilizzo della teleferica installata dal predetto Corpo, ha fatto provare i “brividi” ai ragazzi che si sono cimentati nella discesa controllata.

Giovedì 4 luglio il livello formativo ha raggiunto l’apice quando si è trattato del rischio idro-geologico con l’intervento dell’Ing. Rinaldo Uccellini – Presidente della Protezione Civile di Telese Terme. Le immagini trasmesse hanno captato l’interesse dei ragazzi suscitandone pieno coinvolgimento.
Aspetti e prove di radio-comunicazione, a cura del gruppo Cisar sezione di Benevento, sono stati gli argomenti del pomeriggio.

Il 5 luglio al campo si sono vissuti momenti irripetibili per tutti.
Impossibile non accorgersi della felicità negli occhi di un bambino. Proprio loro sono stati i protagonisti nella giornata odierna, i 38 bambini e ragazzi ospiti del campo.
Questa mattina hanno abbracciato i loro eroi, i Vigili del Fuoco, accogliendoli con la loro canzone, tutti in coro, “Il Pompiere paura non ne ha”.
“Pompieropoli” e le varie tecniche di sicurezza insegnate dai professionisti dell’intervento. Infine l’abbraccio a Tara e Rocky, le unità cinofile dei Vigili del Fuoco del comando provinciale di Benevento.

In agenda anche la visita all’Albergo diffuso di Campolattaro dove gli ospiti del campo si sono confrontati con ragazzi affetti da varie disabilità, ma che con “spirito di rivalsa” danno prova di inclusione nella società.
La partecipazione dell’atleta Nazionale di Rugby, Totò Perugini, sarà utile perché fa capire ai ragazzi il valore del gruppo. Uniti si vince.
Appassionata e coinvolgente è stata infine l’attività della ricerca dispersi effettuata nel territorio comunale. I ragazzi, formati dal Disaster Manager Felice Preziosi, hanno dato prova di sapersi muovere in gruppo osservando le disposizioni emanate.