In occasione della Giornata della Memoria e del Centenario della nascita di Primo Levi, si è svolto stamattina nell’Aula Magna della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici SSML Internazionale di Benevento il convegno “Primo Levi davanti all’assurdo”.

Gli studenti del I° anno della SSML, guidati dai Proff. Teresa Agovino, Giuseppe Maccauro e Roberto Masone, hanno alternato la lettura di brani estratti da “La chiave a stella” e “Se questo è un uomo” (in italiano e in traduzione inglese) e analizzato i testi alla luce della testimonianza del chimico narratore e dell’opera di traduzione inglese del testo italiano cardine sul tema della deportazione nel lager nazista di Auschwitz. Il convegno ha visto anche l’emozionante accompagnamento di un’orchestra di 20 elementi composta dagli studenti del Liceo Musicale G. Guacci di Benevento, diretti dai prof. Debora Capitanio e Luigi Abate.

Gli studenti della SSML hanno analizzato la Shoah vista da un’angolazione diversa, interiorizzata e analizzata a fondo dai giovani per i giovani, affrontando il tema dell’Olocausto con una delicata emozione, sottolineando ancora una volta che ciò che è stato non si ripeta, ma anche e soprattutto perché la memoria custodisca nel tempo “l’impossibilità di rassegnarsi al fatto che il mondo dei lager sia esistito, che sia stato introdotto irrevocabilmente nel mondo delle cose che esistono e quindi sono possibili”.

Comunicato stampa