1

Progetti rigenerazione urbana, Pasquariello bacchetta la Fioretti: “Disattenta”

“Letto il comunicato della consigliera Fioretti, capogruppo di “Democratici per l’Alternativa”, ritengo opportuno fare alcune precisazioni. Innanzitutto non posso non evidenziare come, nell’occasione, la consigliera sia stata, quantomeno, “disattenta”. Ed invero, se avesse esercitato il ruolo assegnatole dai cittadini come si conviene, avrebbe evitato di scrivere superficiali, strumentali ed inesatte affermazioni”: è la replica dell’assessore ai Lavori Pubblici Mario Pasquariello alla nota di ieri firmata dalla consigliera Floriana Fioretti sui progetti di rigenerazione urbana.

“Per opportuna conoscenza della consigliera Fioretti – scrive Pasquariello – si rappresenta che il Comune di Benevento, segnatamente il Settore Lavori Pubblici, ha inoltrato regolare domanda per ottenere i contributi previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero dell’Interno ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per interventi riferiti a rigenerazione urbana. Segnatamente, restando nel limite consentito dal suindicato DPCM, che prevede la possibilità per i comuni capoluogo di provincia di richiedere un contributo massimo di 20.000.000 di euro, il Comune di Benevento ha presentato i seguenti tre progetti:

– nuovo ponte sul fiume Calore (Torre Biffa), per un importo di euro 11.000.000. Il progetto prevede la costruzione di un nuovo ponte sul fiume Calore, che collega Via Posillipo con Via Grimoaldo Re, in corrispondenza dell’antica Torre Biffa. L’opera comprende un ponte carrabile a una corsia per senso di marcia ed una passerella pedonale separata dall’asse stradale da una fascia di verde. L’intervento prevede, inoltre, il restauro e la riqualificazione dell’antica torre di guardia (Torre Biffa) sita lungo Via Posillipo al fine di renderla nuovamente fruibile e sicura per la comunità cittadina. L’idea progettuale cerca di inserire l’opera nel contesto prevedendo, quindi un manufatto che abbia un impatto visivo minimo, ad un’unica campata, realizzato in acciaio. Il ponte in questione potrebbe implementare la mobilità cittadina e, anche grazie al vicino ponte “Tibaldi”, potrebbe far diminuire i flussi di traffico nel centro città (area del Duomo, Arco Traiano);

– ristrutturazione edilizia, con demolizione e ricostruzione, del centro polifunzionale in Viale dell’Università, per un importo di euro 7.200,000. L’intervento prevede la ristrutturazione edilizia, con demolizione e ricostruzione, dell’edificio attualmente sede del Settore Servizi al Cittadino. Il fabbricato verrà a costituire una struttura polifunzionale a servizio dell’attiguo Parco Verde. All’interno del parco troveranno posto sia spazi culturali e ricreativi (come un’arena ed un palcoscenico) sia ampi spazi di verde destinati alla biodiversità, con percorsi dedicati, passeggiate ed orti. La funzione dell’edificio che si andrà a ristrutturare sarà quella di vero e proprio centro direzionale del Parco Verde che conterrà luoghi dedicati ai bambini ed ai ragazzi in relazione alle attività culturali e naturalistiche da svolgersi nel parco; luoghi dedicati al tempo libero ed allo svago; luoghi dedicati alla trasformazione e valorizzazione dei prodotti degli orti del parco. Il tutto legato, evidentemente, ad un progetto di valorizzazione del tessuto sociale di un quartiere popoloso come il Rione Libertà, a cui il Parco Verde è rivolto;

– lavori di completamento della ex “scuola Moscati” al Viale Principe di Napoli, per un importo di euro 1.591.186. Il progetto prevede i lavori di completamento dell’edificio ex “scuola Moscati”, al Viale Principe di Napoli. Tale edificio sarà destinato ad uffici, in particolare alla delocalizzazione del Settore Servizi al Cittadino. Lo spostamento consentirà di allocare al Rione Ferrovia un settore strategico della “macchia comunale”.

La consigliera Fioretti ha, dunque, “toppato”. Altro che “occasione persa per la nostra Città di Benevento”. L’Amministrazione Mastella – conclude l’assessore – in questa consiliatura ha cercato di non perdere alcuna opportunità per procacciare, attraverso la progettazione, fondi che andassero a vantaggio della Comunità amministrata, spesso ottenendo lusinghieri risultati. Speriamo di riuscirci anche in questo caso…“.