“Signore, per piacere, solo un piccolo regalo”. Questa è l’unica richiesta di Fransisco per la costante e accurata pulizia del Viale degli Atlantici. Immigrato, in Italia da diversi anni, Fransisco si impegna quotidianamente nella rimozione di rifiuti, erbacce e foglie sui marciapiedi di una delle zone più frequentate del centro. Parla poco l’italiano, ma riesce a comunicare tutta la sua bontà e la sua genuinità con il suo gran sorriso e le sue sincere strette di mano. Armato di guanti, scopa e pala, Fransisco è ormai un volto noto del Viale degli Atlantici tanto è vero che non c’è passante che non lo riconosca e che occasionalmente non gli lasci una moneta. Un po’ per vergogna del suo italiano e un po’ per gli impegni di quello che lui fieramente definisce il suo lavoro, non si è concesso per un’intervista tradizionale, ma abbiamo avuto modo di conoscere la sua storia grazie all’inglese e ad alcune testimonianze di suoi amici. Dietro al dignitoso e bel gesto che compie quotidianamente, Fransisco nasconde anche paure, passioni e desideri. Da diverso tempo il giovane è infatti alla ricerca di una casa da condividere magari con i suoi amici. “No chiedo tanto signore, solo casa per me e miei amici, per piacere, grazie”. Noi, non possiamo far altro che raccogliere e rilanciare l’appello di Fransisco, sperando che la situazione si risolva il prima possibile. Per chi avesse la possibilità di offrire un tetto e volesse mettersi in contatto con lui, può farlo attraverso la nostra redazione o semplicemente andando sul viale atlantici. Il ragazzo con arnesi, cappello e immancabili cuffiette è Fransisco.

Mario Martino