Quattro giornate di Napoli: appuntamento in memoria di Antonio Amoretti

Lunedì 16 Ottobre, a partire dalle 17:00, la Chiesa dei SS. Marcellino e Festo in Largo San Marcellino farà da cornice alla manifestazione/spettacolo dedicata alle Quattro Giornate di Napoli. L’occasione è la pubblicazione di due prodotti editoriali raffinati e atipici, entrambi dedicati alla memoria di Antonio Amoretti, l’ultimo partigiano combattente morto il 23 dicembre dello scorso anno.

Con le due opere che verranno presentate, ritorna a farsi sentire La Barricata, foglio apparso il 30 settembre del ’43, che incitava il popolo napoletano a insorgere contro l’oppressore nazi-fascista. Il libro La Barricata delle Quattro Giornate di Napoli 1943-2023, per D’Amato editore, si segnala per la ricchezza dei contributi che vi sono raccolti: le analisi storico-politiche si alternano alle testimonianze dal mondo della scuola e del lavoro; e il pensiero di figure di spicco del panorama istituzionale, a cominciare dai Sindaci che dagli anni Novanta hanno governato la città, si intreccia con testi poetici e di prosa elegante e intensa.

Scrittori come Enza Alfano, Maurizio de Giovanni, Erri De Luca, Antonio Martone, Rino Mele e Antonella Ossorio; drammaturghi e attori, come Fortunato Calvino, Enzo Moscato e Isa Danieli: in tanti hanno voluto testimoniare la loro sentita condivisione a un progetto culturale e di impegno civile. La bellezza delle loro parole apre la cartella a tiratura limitata, edita dal Laboratorio di Nola, contenente 7 incisioni di importanti artisti italiani e stranieri che hanno dato la loro lettura di quelle giornate di lotta e di liberazione: Vittorio Avella, Hella Berent, Massimo Bucchi, Cyop & Kaf, Ahmad Alaa Eddin, Lello Esposito e Christian Leperino.

Nel corso della manifestazione, il dialogo tra Francesco Amoretti, curatore del libro, e i relatori – Giovanni Caserta, Maurizio de Giovanni, Gianfranco Nappi e Mario Morcellini – verrà impreziosito dalle performance dal vivo di artisti che si esibiranno in letture – Fortunato Calvino, Cristina Donadio e Patrizio Rispo – in musiche – Marco Zurzolo – e in uno spettacolo originale, quello dei burattini antifascisti, grazie al maestro Brunello Leone. Alla manifestazione, cui prenderanno parte molti degli autori, porteranno i saluti istituzionali il Sindaco, Gaetano Manfredi, e il Presidente dell’ANPI provinciale di Napoli, Ciro Raia.

Comunicato stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.