Raffaele Del Vecchio contro Forza Nuova Benevento: "Ribrezzo, esaltano nazifascismo"

Forza Nuova “festeggia” il 25 aprile ricordando la X Mas ed è subito polemica. Dura la presa di posizione del democrat Raffaele Del Vecchio.

“Indignazione! Come si può non avere ribrezzo nell’imbattersi in un post sulla pagina Facebook di Forza Nuova Benevento, con tanto di foto e commento, che attenta ai nostri principi morali e al senso comune dilibertà ottenuta grazie al sacrificio di tanti italiani, uomini e donne, che furono coraggiosamente protagonisti della Resistenza? Non si può assistere impassibili alla negazione dei valori fondanti del nostro Paese, definiti con straordinaria efficacia nella nostra Costituzione e tutelati, peraltro, dalla Legge 645 del 1952, meglio nota come Legge Scelba, che prevede quale reato l’apologia del fascismo, la riorganizzazione del partito fascista, la denigrazione dei valori della Resistenza e l’esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del Partito fascista o l’organizzazione di manifestazioni esteriori di carattere fascista. Apprendere pertanto da Facebook dell’organizzazione di una iniziativa nella nostra città che abbia una matrice apologetica mi indigna e mi interroga sul ruolo delle istituzioni e sulla presenza di qualcuno che nella nostra città, rendendosene di fatto complice morale, possa mettere a disposizione uno spazio per un incontro che esalti il nazifascismo e la sua ideologia. La nostra Patria, tra le pur numerose difficoltà del quotidiano, si caratterizza per inderogabili principi di libertà e democrazia, che non possono essere violati da minacce e negazionismi. In una realtà senza filtri, come quella di Facebook, le posizioni apologetiche espresse sono un pericolo reale che non possiamo trascurare e che non devono essere avallate nella nostra società. Vanno bloccate sul nascere. Le pagine della vergogna vanno assolutamente eliminate perchè quelle espressioni, quelle immagini, rappresentano un pericolo reale da non sottovalutare. Anzi, da condannare con fermezza, vietando, perchè reato, manifestazioni che infangano la verità e attentano al sacrificio di tanti eroici italiani”.

Lascia una risposta