Il Comune di Benevento chiederà all’Asl di aumentare la disponibilità di ricovero dei randagi presso il canile sanitario. È questa, in sintesi, la necessità che è emersa questa mattina nel corso dell’incontro a cui hanno partecipato l’assessore Anna Orlando, i dirigenti comunale Antonio Iadicicco e Gennaro Santamaria, il comandante della Polizia Municipale, Fioravante Bosco, il direttore del Dipartimento Ambulatoriale Veterinario dell’Asl di Benevento, Antonio Facchiano, e il gestore del canile di Solopaca, Ubaldo Di Massa, con cui il Comune di Benevento è attualmente convenzionato.

Nel corso della riunione, che ha fatto seguito all’incontro tenutosi venerdì scorso con le organizzazioni animaliste di rilevanza nazionale operanti sul territorio, è stata infatti ribadita la necessità di una maggiore collaborazione tra tutti i soggetti istituzionali coinvolti e soprattutto di una riorganizzazione del sistema anche al fine di ridurre lo stress a cui sono sottoposti gli animali.

I cani, infatti, prima di poter essere adottati, devono essere sottoposti al trattamento di 1° livello da parte dell’Asl (microchippatura, sverminazione, vaccinazione e sterilizzazione). Trattamento che, purtroppo, non sempre è possibile effettuare a causa del ristretto numero di posti disponibili presso il canile sanitario. Di qui la necessità di aumentare la ricettività, anche attraverso la stipula di apposite convenzioni parte dell’Asl con i canili presenti sul territorio. Una richiesta in tal senso verrà quindi avanzata nei prossimi giorni dal Comune al responsabile del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl, Tommaso Zerella.

Comunicato stampa