Reale e Feleppa: “Meritoria l’iniziativa del Comune di abbassare il canone d’affitto ai locali commerciali”

“E’ assolutamente meritoria l’iniziativa del Comune di Benevento di abbassare il canone d’affitto alle attività commerciali che operano in locali di proprietà del Comune, tuttavia ci sono degli elementi che andrebbero sottolineati”.
Così Angelo Feleppa, consigliere comunale e segretario regionale di Alleanza di Centro e Antonio Reale, dirigente di Forza Italia.

“L’iniziativa è stata approvata in Giunta, ma essendo qualcosa che porterà minori entrate al Comune di Benevento crediamo che debba obbligatoriamente passare per il consiglio: dove immaginiamo non ci sarà alcun ostacolo alla sua approvazione, anzi, diciamo fin d’ora che Forza Italia e Adc voteranno a favore. Inoltre, il provvedimento pur essendo ottimo crea distinzioni: favorisce una ventina di attività della città, come ha ricordato l’assessore Serluca, ma non ha effetti per quelle attività commerciali che operano in locali di privati, che sono la stragrande maggioranza.

Ci chiediamo, perciò, se sia possibile allargare la platea di chi riceve un beneficio. Ci sembrerebbe giusto che l’amministrazione a questo punto studi misure che non facciano sentire il resto dei commercianti esclusi, provvedimenti anche piccoli (siamo ben consci che un ente locale può ben poco) ma volti a testimoniare vicinanza a tutti gli esercenti. Perciò domandiamo: la Giunta ha pensato a qualcosa in merito, visto che com’è noto i ristori sono poca cosa e peraltro non sono arrivati neppure a tutti? L’obiettivo, senza alcuna demagogia, è evitare che si abbassino (altre) saracinesche. Come? Verrebbe da citare Draghi e il suo “whatever it takes”.

Ma senza scomodare il premier, ipotizziamo un fondo per i fitti commerciali creato utilizzando anche, in parte, totalmente o in misura da stabilire, le indennità di sindaco, vicesindaco, assessori, presidente del consiglio e consiglieri, che andrebbero così, con un impegno minimo, a dare una mano concreta ai commercianti della città, gravati da una situazione terribile e da spese che stanno diventando sempre più insostenibili”.

Comunicato Stampa

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.