Revoca Tagliapini, Consiglio boccia mozione De Stasio. Rosa detta la road map

Il Consiglio comunale, riunitosi questa mattina in modalità mista, ha deliberato la permanenza del Comune nel Patto Territoriale della Provincia di Benevento. L’assise ha, inoltre, respinto la mozione del consigliere comunale del gruppo “Prima Benevento”, Rosetta De Stasio, in ordine alla revoca in autotutela della deliberazione di Giunta comunale n. 41 del 3 marzo 2020 riguardante la manutenzione e cura delle conifere ubicate nella zona alta di Benevento e il verde cittadino.

“Dopo esserci insediati abbiamo studiato tutta la documentazione e in seguito al sopralluogo del tecnico Cardiello a dicembre, il quale ha riesaminato tutte le piante al viale degli Atlantici, è emersa una difformità su tredici piante. Tramite un ulteriore approfondimento chiamato pulling test, è stata eseguita una prova di trazione di tenuta radicale che ha fatto emergere da un anno all’altro un peggioramento delle condizioni di queste piante” ha dichiarato alla stampa l’assessore all’Ambiente Alessandro Rosa.

“Questa tecnica – ha spiegato – è diversa rispetto alle indagini resistografiche condotte dalla Procura che con un piccolo punteruolo ha forato il fusto per valutarne il grado di danneggiamento. Le piante pericolose – ha poi aggiunto – saranno sostituite con nuove essenze arboree, uguali alle precedenti e dall’altezza di tre metri, come prescritto dalla Soprintendenza. Per i tempi c’è bisogno di approvare il bilancio, togliere le imbracature dai pini e mettere in sicurezza i marciapiedi e le radici lavorando di concerto con l’assessorato ai Lavori Pubblici. Bisogna fare un po’ i conti della massaia: sono in programma infatti anche le terapie endoxilematiche che verranno effettuate da marzo a giugno, quando la pianta ha il massimo momento di fioritura”.

Tornando al Consiglio, respinta anche la seconda mozione della consigliera De Stasio, in ordine alla revoca del provvedimento sindacale (prot. 13761/2021) di nomina di Oberdan Picucci nel consiglio d’amministrazione della Gesesa. Approvato infine il regolamento per lo svolgimento in modalità telematica delle sedute di Consiglio comunale, delle Commissioni consiliari e della Giunta comunale.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.