Ricordi, emozioni, premi confermano il successo di BCT

collage 1“Ciao Fabrizio. Questo Festival non esisterebbe se non ci fossi stato tu”,Antonio Frascadore, direttore artistico di BCT apre la serata di gala, l’ultima del Festival, salutando commosso Fabrizio Frizzi che lo scorso lo ha visto conduttore della stessa serata di chiusura. Quest’anno sul palco, al posto di Frizzi, Serena Rossi cui è spettato il compito di premiare artisti, produttori e personaggi del cinema e della televisione. Sempre in memoria di Frizzi il primo premio noce d’oro assegnato ad un’emozionatissima Andrea Delogu. “Osare” è la parola d’ordine del giovanissimo direttore  di TV, Gesualdo Vercio premiato per “Real Time”. Noce d’oro anche a Nuzia Schiano per l’interpretazione come attrice non protagonista nel film di Matteo Garrone “Dogman”, riconoscimento assegnatole da Francesca Draghetti. La Schiano non manca di ricordare un altro importantissimo nome della commedia cinematografica, scomparso proprio ieri, Carlo Vanzina che, insieme a Frizzi sono stati ricordati più volte sul palco della serata di gala. Per “Mondo Za”, riconoscimento al regista Gianfranco Pannone che è anche docente universitario al Suor Orsola Benincasa di Napoli, nel Master di cinema e televisione. BCT non guarda solo ai grandi nomi nazionali, ma sconfina oltreoceano e premia Tomas Arana, artista statunitense che ha recitato ne “Il Gladiatore “, Pearl Harbor” o in “Tutti pazzi per amore”. Riconoscimento alla carriera internazionale per Arana che afferma “Il regista è la cosa più importante del cinema”.

Direttamente da “Tale e quale show”, Teresa Altobelli che ha accolto gli ospiti sul red carpet e durante la serata ha interpretato Fiorella Mannoia, cantando il suo successo di Sanremo “Che sia benedetta”. Restando in tema musicale, premio noce d’oro al Maestro Piovani “Per il lustro dato al cinema nazionale ed internazionale con le sue composizioni” e che proprio questa sera dirigerà l’Orchestra Filarmonica di Benevento presso il Teatro Romano in “Piovani dirige Piovani”, evento che chiuderà ufficialmente il BCT.  Targa al direttore onorario, Nicola Giuliano per “Loro 1” e “Loro 2”, regia di Paolo Sorrentino, mentre Luciano Stella, con “Gatta Cenerentola” viene premiato come miglior produttore cinematografico 2018, Noce d’Oro assegnatagli da Fulvio Lucisano. E sempre per “Gatta Cenerentola”, premiati anche i Foja che hanno composto la colonna sonora e ricevono il riconoscimento per la miglior canzone della cinematografia dell’anno. I Foja, prima di ricevere il premio, si sono esibiti con “A chi appartieni”.

Ha contribuito alla realizzazione del Festival anche l’Università degli Studi del Sannio che vede salire sul palco il professore Gerardo Canfora che premia Roberto Pisoni per il miglior canale televisivo dell’anno, mentre a “Camionisti in trattoria” viene riconosciuto il titolo di miglior programma originale de ritira il premio Filippo Cipriano di No Panic.

Attesissimo sul palco di gala, dopo il suo intervento all’Hortus Conclusus, Fabio De Luigi, premiato come miglior attore della commedia italiana, con il film “Metti la nonna in freezer”. De Luigi, elogiando i lavori di produzione cinematografici, non crede che il cinema sia in crisi, come tanti affermano, piuttosto ritiene che “Si è persa l’abitudine di andare al cinema” e dopo qualche risata, tra dichiarazioni semiserie, lascia il palco ad un giovanissimo giornalista, Antonino Monteleone che riceve il premio Noce D’Oro per la miglior inchiesta televisiva dell’anno.

Per la categoria di lungometraggi indipendenti, il direttore onorario del Festival, Nicola Giuliano, premia “Sconnessi” di Christian Marazziti e “Cane di razza” per short movies. Concorso giuria universitaria, assegna il premio a “Chocatos” (Diego Romero). Quasi a chiusura di serata, si ricomincia a ridere quando Biagio Izzo sale sul palco per ritirare il suo Noce D’Oro da Antonio Campese, presidente della Camera di Commercio di Benevento, esclamando “E’ la prima volta che ricevo un premio, veramente” e strappa applausi divertiti al pubblico che ha affollato l’immenso salone all’aperto di Piazza Roma. Biagio Izzo non manca di scherzare con il Sindaco, Clemente Mastella, proponendogli un film che parlasse di lui, così come Sorrentino ha raccontato sul grande schermo di Andreotti (Il Divo) e di Berlusconi (Loro 1 e 2) e si è, poi, congratulato con la squadra del Benevento. Attesa ed ovazione anche per i protagonisti delle soap “Una vita” ed “Il Segreto”, premiate come migliori fiction internazionali.

Il Sindaco, Clemente Mastella, premia il novantenne produttore Fulvio Lucisano che riceve il Noce D’Oro alla città di Benevento. Mastella ringrazia il BCT a nome della città di Benevento ed afferma “Noi non facciamo altro che mettere in atto quello che i nostri antenati hanno prodotto”.

In chiusura, a sorpresa, Antonio Frascadore consegna un riconoscimento come personaggio televisivo dell’anno a Serena Rossi che ha saputo condurre una serata ricca di emozioni, di premi e di volti importanti che hanno suggellato la crescita del BCT in questa seconda edizione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.