1

Ritorna la festa dell’Addolorata con l’ambizione di ridarle smalto nazionale

Questa mattina, in onore dei solenni festeggiamenti della SS. Addolorata, presso la sala riunioni della Chiesa, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del programma civile e religioso. All’incontro con la stampa hanno partecipato don Gaetano e don Lorenzo, parroco e vice-parroco della Chiesa Addolorata; Francesco Tuzio, presidente dell’Accademia delle Opere (Aps); Annamaria Micco e Mercurio Augusto in rappresentanza del comitato festa e Luca Ray e Antonio Luongo, artisti sanniti che si esibiranno nel corso delle varie serate.

“Sono onorato di far parte del comitato festa. Il programma civile – afferma Francesco Tuzio – si articola in quattro serate che si terranno dal 15 al 18 settembre. Abbiamo voluto fortemente l’esibizione di artisti locali che hanno alle spalle tantissima esperienza. Gli anni legati alla pandemia sono stati molto duri. Nonostante l’assenza di fondi, riteniamo di aver creato un programma altamente professionale. La prospettiva è quella di iniziare a lavorare immediatamente per avere il prossimo anno anche nomi di calibro nazionale. Voglio ringraziare gli organi di stampa per aver partecipato a questa conferenza. Ci tengo a precisare che uno dei nostri obiettivi è quello di ridare, come accadeva negli anni passati, un’impronta nazionale a questa bellissima festa rionale”.

“Per alcuni anni – sostiene Don Gaetano – questa festa non c’è stata per motivi legati alla pandemia. Abbiamo voluto dare, in maniera concreta, un segnale di ripartenza. Con tutta la comunità parrocchiale vogliamo vivere con intensità questi momenti liturgici e pastorali. Ieri abbiamo iniziato con il triduo che terminerà domani. La parte meramente liturgica si concluderà il 15 settembre con la presenza dell’Arcivescovo Felice Accrocca. Poi ci saranno due momenti culturali e di riflessione, grazie alla presenza di due persone che ci verranno a trovare: Don Benito Giorgetta, il quale ci presenterà un importante libro che parla della legalità. La prefazione è stata scritta dal Papa. Sabato, invece, ci sarà la teologa Anna Maria Peluso che ci parlerà della figura della donna partendo dal background cristiano. La conclusione sarà dedicata alla processione che si terrà domenica”. “E’ bello ricominciare – ci tiene a sottolineare don Lorenzo (vice-parroco della Santissima Addolorata) -. Sia di mattina che di sera ci saranno due occasioni liturgiche per ritrovarci sotto lo sguardo di Maria”.  

Nello specifico, il programma civile delle quattro serate è articolato in questo modo: giovedì 15 settembre, alle ore 21, ci sarà “Un canto per Maria” con artisti e cori beneventani. Venerdì 16 settembre, sempre alle 21, sarà la volta dell’esibizione del cantante sannita Luca Ray. Si proseguirà sabato 17 settembre con la compagnia teatrale “I soliti ignoti” con lo spettacolo “Ricominciamo” di Mena Martini. Le quattro serate si chiuderanno il 18 settembre con il tributo ai Pooh. Enzo De Rosa (basso e voce), Davide Castiello (tastiere e cori), Antonio Luongo (tastiere e voce), Enrico Feleppa (batteria e voce) e Attilio Pecora (chitarra e voce), ci regaleranno i successi più rappresentativi di uno dei gruppi italiani più amati in assoluto.

Comunicato stampa