Nel decennale di Riverberi saranno protagoniste le donne. Una di queste è Serena Brancale, tra le voci più talentuose della scena musicale italiana. Salirà sul palco sabato 27 giugno nel suggestivo scenario della Villa Comunale di San Nazzaro. Eclettica, virtuosa, vulcanica: la cantautrice barese, bellissima e simbolo di un’eleganza e di una sinuosità senza tempo, miscela con grande manualità funk e jazz senza mai dimenticare quel pizzico di influenza elettronica.

“Riverberi è un progetto in cui credo profondamente – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di San Nazzaro, Tiziana Varricchio – e che mi coinvolge particolarmente dal punto di vista emotivo. Siamo quest’anno alla nostra terza partecipazione e come sempre c’è grande attesa. Grazie alla sapiente e oculata scelta del direttore artistico Luca Aquino, le performance diventano qualcosa di più di un mero evento musicale. Si trasformano in spettacolo, anche se a me piace definirlo “esperienza multisensoriale”.

Grazie alla sinergia che si crea tra l’artista, il pubblico, e la location, la musica diventa un mezzo di comunicazione e di aggregazione, ed è appagante sapere che i confini che separano una persona dall’altra si annullano nell’arco di un’ora. Come sempre, ci impegneremo al massimo per rendere questo evento speciale, grazie anche al contributo e alla partecipazione delle associazioni locali. Ben vengano, dunque, queste iniziative volte a promuovere lo scambio culturale e a renderci più riconoscibili e a tirar fiori quella che ritengo la vera essenza, l’anima di San Nazzaro.

Il patrimonio che dobbiamo custodire è la nostra del nostro paese, il suo vissuto che esprime segni tangibili di una continuità di vita fatta di esperienze, energie. Riverberi, nella figura lungimirante di Luca Aquino, è riuscita ad assecondare questa vocazione, valorizzando questo capitale di beni, andando a stimolare questo patrimonio di energie, di intelligenza e di risorse di cui la comunità dispone”.

Comunicato Stampa